Pontisola – Seregno 1-0: commento e tabellino
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il secondo posto dura poco, troppo poco per il Seregno, superato oggi dal Pontisola in un incontro segnato fortemente dalle decisioni arbitrali.

QUANTA IELLA – Agli azzurri non mancano le motivazioni e al quarto d’ora Andrea Ruggeri deve respingere sulla linea la bella incornata di Matteo Scapini. Al 33’ arriva il rigore generato per atterramento su Federico Baschirotto. Giunto in battuta, Scapini spara addosso ad Alessandro Vagge, fermato pure da un infortunio nella rincorsa che lo costringe a lasciare posto a Riccardo Capogna. Il dischetto viene nuovamente indicato pochi minuti dopo, stavolta a parti invertite visto l’intervento col braccio di Baschirotto dopo una punizione che lo stesso terzino aveva generato. Rimediato il secondo giallo saluta così i compagni, mentre la battuta di Tommaso Lella non lascia scampo.

MALEDETTO NERVOSISMO – Passati alla ripresa, a condizionare il duello arriva il rosso a Capogna, ingenuo nel protestare platealmente verso l’arbitro dopo un fallo subito non ravvisato. Nemmeno questa ulteriore mazzata spegne il motore brianzolo, convinto a rimettere in bilico un match apparentemente già scritto, anche se le principali occasioni giungono attraverso i contropiedi locali, falliti in numerose circostanze complice il prodigioso Andrea Bardaro, ancora una volta fra le poche certezze in un gruppo prontamente bocciato agli esami di maturità.

PONTISOLA (4-5-1): Vagge; Alborghetti, Lucenti, Anesa (92’ Pellegrinelli), Ientile; Ferreira Pinto, Ruggeri, Pedrocchi, Basanisi (72’ Espinal), Scaldaferro (72’ Signorelli); Lella. All. Gaburro.
SEREGNO (4-3-3): Bardaro; Baschirotto, Cusaro (64’ Bosio), Viganò, Mauri; Marchini, Merli Sala, Lacchini; Lillo (46’ Gori), Scapini (37’ Capogna), Gasparri. All. Cotroneo.
RETE: 40’ rig. Lella.
ARBITRO: Giordano di Novara.
NOTE: Rigore sbagliato da Scapini al 33’. Espulsi Baschirotto al 39’ e Capogna al 61’. Ammoniti Lacchini per il Seregno, Ferreira Pinto, Lucenti, Pedrocchi, Alborghetti, Vagge per il Pontisola..

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi