perisic

Sei gol subiti nelle ultime tre gare per l’Inter di Mancini. Il 3-3 del Bentegodi evidenzia il momento delicatissimo che stanno vivendo i nerazzurri. Risultato riacciuffato grazie a Perisic, entrato nel secondo tempo e autore di un gol e un assist decisivi.

PRIMO TEMPO

Al 7’ prima grande occasione per l’Inter, Icardi serve Palacio che solo davanti al portiere sbaglia, poi sulla respinta Brozovic calcia sopra la traversa. Poco dopo vantaggio Inter, corner da destra di Brozovic, Murillo svetta e di testa infila Gollini. Al 13’ il Verona trova il gol del pareggio nella stessa maniera, calcio d’angolo di Marrone e colpo di testa vincente di Helander. Due minuti dopo ancora un calcio da fermo, punizione sulla trequarti di Marrone per Pisano, che ancora di testa trafigge Handanovic per il 2-1. 

SECONDO TEMPO

Ricomincia il secondo tempo con un cambio tra le fila dell’Inter, Perisic rileva Felipe Melo a rischio espulsione. Mancini ridisegna quindi i suoi con un 4-2-3-1: Kondogbia e Brozovic davanti alla difesa, Palacio-Eder-Perisic alle spalle di Icardi. E’ il 12′, altro angolo per il Verona, Marrone crossa al centro, Ionita svetta di testa e infila il terzo gol per la squadra di Del Neri. Quattro minuti più tardi l’Inter riesce ad accorciare le distanze, Perisic sulla sinistra crossa per Icardi, che davanti al portiere non sbaglia e sigla il suo gol stagionale. Al 22’ Palacio sbatte ancora una volta contro Gollini, quasi fosse una sfida personale. 33′ i nerazzurri trovano il pareggio, Palacio dalla destra crossa per Icardi, che manca il pallone, ma Perisic no, e infila Gollini per il 3-3 finale.

INTER, E’ ANCORA UN NO.

Continua il momento no per l’Inter, impatta anche al Bentegodi, ma soprattutto perde quella solidità difensiva che l’aveva contraddistinta nella prima parte di stagione. Troppi i gol subiti nelle ultime gare, che fanno accendere un campanello d’allarme non indifferente a Mancini, che ora dovrà fare i conti con i suoi, troppo disattenti. Prossima partita fondamentale, scontro diretto con la Fiorentina, non si può sbagliare. 

Daniele trisanti
trisa93@hotmail.it
Nato a Milano. Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Dall'amore per il calcio e per il giornalismo, nasce la volontà di perseguire la carriera di giornalista,specie in ambito sportivo, al fine di unire le due passioni.