Seregno – OltrepoVoghera 0-1: commento e tabellino
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Finisce agli ottavi il cammino del Seregno in Coppa Italia, sconfitto dall’OltrepoVoghera nelle battute finali.

PROBLEMI FISICI – La partita inizia piuttosto sottotono, animata soprattutto da intense battaglie a centrocampo, con squadre incapaci di creare serie minacce verso l’area nemica. Qualche interessante azione provano a tentarla Gori e Buglio senza produrre comunque particolari pericoli agli estremi difensori avversari. A creare difficoltà nell’undici locale l’infortunio occorso a Mauri, costretto a uscire per Fabiani.

COLPO FATALE – Il secondo tempo non evidenzia significative emozioni sino al 60’: Gasparri tenta l’azione personale e scocca un tiro dai trenta metri che sbatte sul palo. Pericolosa sortita offensiva rimasta piuttosto isolata, esclusi alcuni calci piazzati. Cizza blocca facilmente l’incornata di Merli Sala e maggiormente pericoloso si rivela Marchini al 35’, nonostante il punteggio rimanga sempre in bilico. Puntuale arriva la beffa ospite attraverso una veloce combinazione nello stretto che permette a Cleur di involarsi verso Acerbis e segnare il vantaggio.

RESTA SOLO IL CAMPIONATO – Il “Ferruccio” rimane ammutolito e le avanzate finali dei beniamini non sortiscono effetti sino a un triplice fischio che decreta l’eliminazione.  Gli uomini di Cotroneo potranno comunque rifarsi immediatamente nel test casalingo dinnanzi al Lecco, valido l’aggancio in classifica.

SEREGNO: Acerbis, Baschirotto, Mauri (43’ Fabiani), Gori (85’ Capogna), Merli Sala, Viganò, Iori (59’ Lillo), Lacchini, Bosio, Marchini, Gasparri. A disp. Bardaro, Venturi, Romeo, Szekely, Testori, Vitale. All. Cotroneo.
OLTREPOVOGHERA: Cizza, Iraci, Bernazzani (68’ Tomat), Alvitrez, Di Leo, Di Placido, Coccu, Artaria (86’ Tonon), Marijanovic (61’ Dolcetti), Buglio, Cleur. A disp. Macario, Monopoli, Poesio, Sabau, Doria. All. Dossena.
RETE: 84’ Cleur
ARBITRO: Vincenzo Madonia di Palermo; collaboratori Alessio Berti di Prato e Leonardo Biccheri di Gubbio.
NOTE: Ammoniti Iori e Gori per il Sereno, Buglio per l’OltrepoVoghera.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi