Ayrton Senna: aperta la mostra all’Autodromo di Monza
Ti piace questo articolo? Condividilo!

“Il tragico epilogo di quel finesettimana a Imola sembra ancora oggi il capitolo finale di una favola crudele. Molti di noi, presenti allora a pochi metri da quelle tragedie, faticarono ad accettare la realtà. Una fatica che perdura e che coinvolge un numero enorme di persone, non necessariamente appassionate di automobilismo. Anche per questo Ayrton è rimasto in circolazione, è ancora qui. Basta una foto – appunto – per spalancare un tempo, per prendere un alito di vento carico di romanticismo e di malinconia. Ma anche di immagini sempre fresche” (Giorgio Terruzzi)

Esistono icone così tanto celebrate e idolatrate che nemmeno la morte li fa dimenticare. Il tragico incidente sulla pista di Imola in quel maledetto 1° maggio 1994 gli è costato la vita, ma il contributo che ha lasciato il campionissimo di Formula 1 Ayrton Senna non va dimenticato anche grazie a significative lezioni sul piano umano.

IDEA ISPIRATA – A ricordarne le gesta l’Autodromo Nazionale Monza, dove fino al 24 luglio 2016 rimarrà allestita la mostra “Ayrton Senna. L’ultima notte” prodotta da ViDi in collaborazione col Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. Il progetto nasce dal romanzo “Suite 200. L’ultima notte di Ayrton Senna” (editore 66THAND2ND) nel quale il giornalista Giorgio Terruzzi narra gli ultimi momenti e le riflessioni del pilota nel suo avvicinarsi al momento fatale. A ricollegarsi la ricca selezione di circa cento scatti fotografici realizzati da Ercole Colombo, uno fra i più grandi fotografi nel settore.

PANORAMICA COMPLETA – Sul lavoro di questi grandi professionisti trae spunto l’esposizione che dai kart – sfoggiato il modello originale 1979 con cui sono state ottenute numerose vittorie – continua fino all’avventura in Formula 1. Oltre a successi e sconfitte storiche, raccontati i rapporti coi colleghi, compreso il rivale per eccellenza Alain Prost, senza dimenticare la vita fuori dal Paddock. Amori, fede e dinamiche familiari ne completano il profilo, ricco di intriganti sfaccettature.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi