Seregno – Inveruno 2-3: commento e tabellino
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Occasione fallita per il Seregno, ancora inchiodato in terza posizione nonostante il pari fra Grumellese e Lecco. A sorprendere gli uomini di Cotroneo un Inveruno migliore in ogni zona del campo.

BOTTA E RISPOSTA – L’intensità gialloblù viene subito sfoggiata nelle battute iniziali quando il contatto Cusaro-Chessa provoca il rigore, puntualmente trasformato da Gaeta. La risposta locale avviene a sua volta dagli undici metri per spinta su Capogna con esecuzione vincente di Gori. Il duello regala grande spettacolo come ben esemplificano le splendide parate su Capogna e Gaeta prima dell’intervallo.

GAETA MIGLIORE IN CAMPO – Entrambe arrembanti, le formazioni danno il loro meglio durante la ripresa. Su corner Marioli supera Bardaro grazie a una splendida torsione e il sorpasso diventa dunque realtà. Chi appare meno in forma è il direttore di gara, deciso a espellere Gori e Lazzaro a causa di qualche scaramuccia su cui avrebbe potuto certamente soprassedere. Il divertimento resta fattore comunque campo fino al 3-1 partito da una splendida incursione di Morao, bravo a regalare la doppietta a Gaeta. Inutile il goal su punizione realizzato da Scapini, gli ospiti proteggono infatti benissimo Voltolini e conquistano tre punti meritati.

SEREGNO (4-3-3): Bardaro; Capelli (76’ Iori), Cusaro (72’ Merli Sala), Viganò, Baschirotto; Gori, Marchini, Mauri (69’ Scapini); Szekely, Capogna, Gasparri. A disp. Acerbis, Fabiani, Venturi, Romeo, Testori, Bosio. All. Cotroneo.
INVERUNO (4-2-3-1): Voltolini; Marioli, Genga, Ciappellano (78’ Nava), Leotta; Morao, Lazzaro; Broggini (63’ Truzzi), Chessa, Repossi (46’ Talarico); Gaeta. A disp. Rogora, Vavassori, Spadaccino, Sylla, Demasi, De Santis. All. Mazzoleni.
RETI: 3’ rig. Gaeta, 17’ rig. Gori, 61’ Marioli, 82’ Gaeta, 90’+3’ Scapini
ARBITRO: Mattia Pascarella di Nocera Inferiore; collaboratori Alessio Billone e Paolo Cubicciotti di Nichelino.
NOTE: Espulsi al 63’ Gori e Lazzaro per proteste. Ammoniti Cusaro e Szekely per il Seregno.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi