Sassuolo-Milan 2-0: Svanite le speranze Champions
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Duncan e Sansone stendono il Milan. I neroverdi hanno così interrotto la serie positiva dei rossoneri che durava da 9 partite. La squadra di Mihajlovic vede così svanire le speranze di Champions League visti i 9 punti di distacco dalla Roma.

IL MAPEI STADIUM E’ UN TABU’

Confermato ancora una volta. Il Mapei Stadium per il Milan è più difficile da espugnare della spada di Excalibur. Il campo di Reggio Emilia non perdona, ogni qualvolta i rossoneri si avvicinano da quelle parti, devono tornare a casa con l’amaro in bocca: solo sconfitte da quando il Sassuolo è in A. Alla vigilia lo spauracchio era rappresentato da Berardi, autentico mattatore; il giovane attaccante però, non ha messo la firma al tabellino marcatori, nonostante una prestazione di grande livello. A segnare invece sono stati Duncan, con un gran gol dal limite dell’area e Sansone.

LA PARTITA

Il Milan parte molto forte, nei primi minuti si fa vedere spesso dalle parti di Consigli, ma l’estremo difensore neroverde è in giornata di grazia e si vede. Honda spreca due occasioni, Antonelli e Kucka si avvicinano anch’essi al gol, ma senza riuscirci. La gara si spacca poi in due al 27′: angolo di Berardi, velo di Sansone, e sinistro sotto l’incrocio dal limite di Duncan, 1-0. Ecco quindi che si apre una nuova con un Sassuolo assoluto padrone del campo. Il secondo tempo si apre sulla falsariga della prima frazione di gara, Berardi va vicinissimo al raddoppio, ma ci pensa Donnarumma a tenere in gioco i suoi. Al 27′  Vrsaljko va sul fondo e mette in mezzo per Sansone, che non sbaglia a due passi dal portiere. 

DE SCIGLIO CAPITANO

Inutile sognare la Champions, inutile fare proclami che, quasi certamente, non verranno mantenuti. Questo Milan è una buona squadra, ma ha dei limiti evidenti. E’ meno attrezzata di Juventus, Napoli, Roma e Inter, e forse sullo stesso piano della Fiorentina, pertanto la situazione attuale di classifica rispecchia le qualità della rosa. Purtroppo, senza investimenti davvero importanti sul mercato, la condizione non migliorerà di molto. Oggi De Sciglio festeggiava la centesima presenza con la maglia rossonera, per l’occasione il terzino ha pure indossato la fascia di capitano. Come si può pensare di affidare la fascia ad un giocatore senza personalità e con delle qualità tecniche sconosciute? 

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi