Ti piace questo articolo? Condividilo!

Anna Danesi, centrale del Club Italia Femminile, ha conquistato l’Oscar dello sport Bresciano. Originaria proprio della città lombarda, ad Anna Danesi è stato riconosciuto un premio che, annualmente, viene assegnato dalla delegazione provinciale del CONI di Brescia agli atleti che si sono maggiormente distinti nel corso dell’anno precedente.

Un’annata da star

Anna Danesi, in particolare, sarà premiata per la militanza in serie A2 e A1 con il Club Italia e per i traguardi ottenuti con le Nazionali, su tutti la medaglia di bronzo ai Mondiali Under 20. L’Oscar dello Sport festeggia proprio quest’anno la sua quarantesima edizione. Il premio, un bassorilievo raffigurante l’Oscar realizzato dallo scultore Remo Bombardieri, sarà consegnato nel corso della cerimonia indetta dal CONI, dal Comune di Brescia e dalla Provincia di Brescia presso la Sala San Barnaba (corso Magenta 44) a partire dalle 19 di venerdì. La cerimonia sarà aperta al pubblico.

Ilaria Spirito festeggia ad Albisola Superiore

Occasione speciale nel weekend anche per Ilaria Spirito: il libero del Club Italia sarà tra gli ospiti della giornata di festa in programma per sabato 19 marzo al Palazzetto dello Sport di Albisola Superiore (Savona). L’evento inizierà alle 10 con l’intitolazione dell’impianto allo storico allenatore Angelo Besio, scomparso un anno fa, e proseguirà poi con la premiazione dei rappresentanti di tutte le società di Albisola – città in cui Ilaria è nata e cresciuta pallavolisticamente – e con la presentazione del libro “Storie sotto rete” di Nanni Basso e Giovanni Vaccaro, che ripercorre 70 anni di storia della pallavolo nella cittadina ligure in coincidenza con il 70° anniversario della nascita della Federazione Italiana Pallavolo.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi