Challenge Monoplace del VdeV a Barcellona: super weeekend per Pietro Peccenini
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Il driver milanese Pietro Peccenini grande protagonista nel Challenge Monoplace del VdeV a Barcellona: per lui sono arrivati un nono, un quarto ed un sesto posto, che lo l

Pietro Peccenini, foto Marco Pieri
Pietro Peccenini, foto Marco Pieri

anciano subito nelle prime posizioni della classifica generale.

Pietro Peccenini subito protagonista

Il driver milanese subito protagonista sul circuito di Montmelò: nonostante la pioggia, infatti, il pilota classe 1973 è stato sempre nel vivo dell’azione. Al volante della F.Renault 2.0 del team TS Corse, Pietro Peccenini ha chiuso gara-1 rimontando la classifica da ultimo fino al nono posto. In una gara-2, poi, partito 12esimo ha chiuso quarto. In gara-3, infine, ottimo sesto piazzamento finale.

Pietro Peccenini, foto Marco Pieri
Pietro Peccenini, foto Marco Pieri

Con la testa già a Le Mans

Al termine degli impegni a Barcellona questo il suo commento sul primo fine settimana racing della stagione: “Senza dubbio il mio miglior weekend sotto la pioggia, il bilancio non può che essere positivo. Molto incoraggiante aver guidato e battagliato così sul bagnato, condizioni che mi avevano sempre messo in difficoltà. Invece stavolta mi sono pure divertito! Torniamo dalla Spagna fiduciosi e davvero felici per i risultati ottenuti, compresi quelli di tutto il team, che ha lavorato benissimo e colto pure due successi assoluti con l’australiano Alex Peroni. Ora non vedo l’ora di trovarmi già a Le Mans!”.

Calendario Challenge Monoplace VdeV: 20 mar. Barcellona (Spagna); 24 apr. Le Mans (Francia); 22 mag. Le Castellet (Francia); 3 giu. Alcaniz (Spagna); 11 sett. Mugello (Italia); 9 ott. Magny-Cours (Francia); 6 nov. Estoril (Portogallo).

Pietro Peccenini, foto Marco Pieri
Pietro Peccenini, foto Marco Pieri
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi