Massimo Achini nuovo presidente del CSI Milano: l’intervista

Unico candidato, domani Massimo Achini diventerà il nuovo presidente del CSI Milano; e questo dopo otto anni spesi alla testa del movimento nazionale e nella giunta del Coni: “Una scelta apparentemente controcorrente, non nascondo che l’idea di tornare è particolare – ammette lo stesso Massimo Achini, nell’intervista concessa a Il Giorno – ma è una scelta perché voglio fare carriera, in quanto resto convinto che il modo più incisivo e significativo è stare vicino alle società sportive sul territorio. E tornare sul territorio è dunque da considerarsi un passo avanti”.

Dal Papa al CSI Milano

Alla guida del CSI nazionale Massimo Achini ha organizzato tantissime attività di livello: ha portato le società in visita dal Papa, ha ideato la 24 ore dello sport di Milano e molto altro: “La prima cosa che farò sarà proprio sostenere e valorizzare le società sportive, non solo a Milano – precisa ancora Massimo Achini – oggi le società di base rappresentano un patrimonio mostruoso per la provincia di Milano e resto coinvolto che, tra mille difficoltà, spiazzate dalla burocrazia come sono, si debba cercare di valorizzare e sostenere la loro attività quotidiana. Vorremmo fare di Milano un laboratorio nazionale di esperienze educative in ambito sportivo; è una realtà talmente viva, con la diocesi più grande del mondo, che si potrebbero raggiungere risultati incredibili. In termini numerici credo che l’obiettivo di 100mila tesserati e 1000 società sia raggiungibile”.

Un movimento incredibile

Un movimento come quello del CSI vive di volontariato puro: “E difatti la prima cosa che farò pubblicamente sarà dire grazie a tutti – prosegue Achini – al popolo di dirigenti, allenatori, volontari e quant’altro. Un servizio stratosferico che spesso si da per scontato, ma la verità è che tutti lo fanno solo per la passione”. Su questo tema il neo presidente prosegue: “Stiamo ideando una serie di servizi qualificati, come una scuola di formazione permanente per allenatori e dirigenti; e poi vorrei che la tecnologia permettesse di spendere meglio il tempo, con un tesseramento online”. Quest’anno si festeggeranno anche i 70 anni di vita del CSI: “Realizzeremo un evento nella città e l’idea è uscire da palestre e campi di calcio per andare a cielo aperto, nelle strade e nelle piazze. In contemporanea sogno un’alleanza con il mondo delle istituzioni: credo che si possa fare molto di più”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi