Qualificazioni agli Internazionali d’Italia di tennis Roma 2016: Quanta Club pronto a tutto

Saranno quasi 9.000 gli iscritti alle tappe di qualificazione per gli internazionali d’Italia di Roma 2016, si gioca anche al Quanta Club di Milano. Un nuovo record di presenze, che spazza via i 6.000 in gara dell’anno passato.

Internazionali d’Italia, il sogno di Roma 2016

Numeri, dunque, ma non solo. Tutto questo fa capire come ormai il tennis sia uno sport di successo e come, nel dettaglio, gli Internazionali d’Italia che si svolgono al Foro Italico di Roma siano l’appuntamento clou dell’anno. Il vice presidente Fit, Gianni Milan nel corso della conferenza stampa di presentazione delle pre qualificazioni al Master 1000 romano, ha ribadito: “Il tennis in Italia fattura 50 milioni di euro all’anno. Abbiamo 1.777 scuole tennis autorizzate sul territorio e 390 mila giocatori che si sono iscritti ai tornei, numeri che ci permetteranno ben presto di diventare il secondo sport in assoluto dopo il calcio. Nel 2016 il tennis molto probabilmente supererà il basket mentre nel 2017 gli iscritti alla Fit supereranno quelli della federazione di pallavolo”.

Tutto pronto al Quanta Club di Milano

Roma come il Roland Garros e gli US Open, gli unici altri due grandi tornei che organizzano un percorso di pre qualificazioni così ricco. Nel dettaglio, in Lombardia saranno due le tappe fondamentali: quella che si svolgerà al Quanta Club di Milano e quella al Forza e Costanza di Brescia. Presente, alla conferenza stampa di presentazione, anche un’icona del tennis italiano e mondiale come Nicola Pietrangeli, uno che a Roma vinse per due volte: “Roma è speciale perché ogni anno c’è qualcosa di nuovo – precisa Pietrangeli, uno che nell’impianto romano ha ricevuto già un riconoscimento con l’intitolazione ufficiale – di solito in Italia non ti viene intitolato nulla se non sei già passato a miglior vita, quindi sono onorato anche se ho intenzione di restare qui ancora a lungo…”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi