Rugby Monza: primo posto e playoff con due giornate d’anticipo

Battendo il Valsugana Rugby Padova 8–3, le ragazze del Rugby Monza si sono qualificate pr i playoff Scudetto con due giornate di anticipo, sicure del primo posto finale in classifica. Primo tempo scoppiettante, ma le difese hanno il sopravvento e finisce 0-0. Nella ripresa la partita si vivacizza e nonostante siano le venete a passare in vantaggio con un piazzato di Rigoni sono le padrone di casa ad imporre il proprio marchio alla partita.

Magatti e Allaria, Valsugana ko

Le Ringhio, infatti, non solo mettono in campo una difesa perfetta, chiudendo ogni spazio all’attacco padovano, ma riescono anche a pareggiare i conti con un piazzato di Magatti al 61°e poi passare in vantaggio con la meta di Allaria al 69°, dopo una stupenda azione corale che ha visto coinvolte tutte le ragazze in campo. Negli ultimi 10 minuti le Ringhio resistono all’assalto finale delle ragazze del Valsu riuscendo a portare a casa una vittoria importantissima per il prosieguo del campionato.

Le ragazze di coach Cuomo consolidano così la prima posizione in classifica, allungando il divario sulla seconda, e mandando un chiaro messaggio alle rivali dopo la sconfitta di 2 settimane fa con Riviera.

Formazione Rugby Monza: Virgili, Salerio, Bollini (Allaria) , Dell’Oca, Magatti, Trilli, Russo, Locatelli, Trentani, Pillotti (Lisotti), Rimoldi, Elemi, Bettolatti, Cammarano,
A disposizione: Denti, Ascione, Barillari, Severgnini, Panizzuti. Allenatore: Alessandro Cuomo

Tabellino: Rigoni piazzato 56, Magatti piazzato 61, Allaria meta 69.

Rugby Monza, primo posto al sicuro

La classifica della Serie A femminile di rugby: Rugby Monza 68 punti; Valsugana Rugby Padova 57, Benetton Treviso 45, Rugby Riviera 1975 40, HBS Colorno 35, Rugby Casale 23, CUS Torino R. asd 16, Rugby Cogoleto & Prov. Ovest 6, Chicken CUS Pavia 0.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi