Lite Bacca – Brocchi: un Milan senza gestione d’autorità

La lite scoppiata tra Carlos Bacca e Christian Brocchi al termine di Milan-Carpi è un chiaro sintomo di come, in questo Milan, manchi una gestione autorevole dello spogliatoio. Sia chiaro: noi non sappiamo di preciso se a priori ci fosse stato un qualcosa tra i due, ma analizzando solamente quello che è successo sul campo non possiamo non ammettere che la reazione dell’attaccante colombiano sia stata decisamente inaccettabile.

Lite Bacca – Brocchi, i tanti perché

Chissà se Bacca, con un Ancelotti, un Mourinho, un Guardiola o un altro grande allenatore di polso europeo, avrebbe fatto la stessa cosa. E poi, perché? Certo, la partita si trovava ancora sullo 0-0 e il Milan aveva bisogno della freschezza atletica di Carlos Bacca per provare a superare la muraglia (!) Carpi. Ma non è giustificabile il comportamento dell’attaccante sudamericano, assolutamente: Nel totale naufragio di questo Milan di fine stagione, questo ennesimo problema non ci doveva assolutamente essere.

I rimedi di Brocchi

La reazione di Bacca, dicevamo. Inaccettabile, ma sintomo che la gestione non è autorevole”. Rimane da domandarsi che cosa farà ora Christian Brocchi, alla sua prima a San Siro da allenatore della prima squadra del Milan. Lo stesso, visibilmente emozionato al termine del pareggio contro il Carpi, ai microfoni delle stesse emittenti televisive ha ribadito più o meno lo stesso concetto: “Bacca era in trans agonistica, ha avuto una reazione da stigmatizzare e sono certo che non accadrà più – ha ribadito – mi spiace che non abbia dato la mano al compagno, ma sono felice di averlo in squadra. Chiarimenti? Non c’è bisogno, dobbiamo solo pensare a fare il bene del Milan”.

Un futuro lontano da Milano: ma per chi?

Non è stato un bel Milan, sono arrivati anche i fischi di San Siro. Rimane da chiedersi cosa ne sarà del futuro: perché questa è una squadra che ha assoluto bisogno di rinforzi e fresche leve, per poter trovare ritmi diversi e cercare di avvicinare le alte posizioni perlomeno della Serie A. Il futuro, però, porta molti lontano da Milano: forse lo stesso Carlos Bacca, sicuramente Christian Brocchi, che con il pareggio casalingo contro il Carpi potrebbe essersi già giocato l’eventuale bonus dello stagista di due mesi.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi