Roberto Cammarelle si ritira: l’ultimo match, programma, ora, biglietti
Dopo 227 incontri disputati, 21 anni di carriera, a quasi 35 anni, Roberto Cammarelle darà l’ultimo saluto da atleta al mondo della boxe. Per farlo ha scelto la sua Milano dove tutto ebbe inizio.
Dal suo esordio, 9 aprile 1995, sono passate tre medaglie olimpiche, quattro mondiali, tre europee, tre ori ai Giochi del Mediterraneo e nove ori ai Campionati Italiani.
Nel 2000 è entrato a far parte del Gruppo Sportivo Fiamme Oro, con il quale da quest’anno  inizierà una nuova avventura: Roberto sarà presto il Direttore Tecnico del Settore Pugilato del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro.
Venerdì 29 aprile, in occasione del Dual Match Italia vs Francia, organizzato dalla Federazione Pugilistica Italiana in collaborazione con Bergamo Boxe per celebrare i 100 anni della FPI, salirà sul quadrato del Pala Badminton per l’ultima volta.
La serata inizierà alle ore 20.30 con l’incontro dei 52 Kg., seguito dalle altre categorie di peso olimpiche (Kg. 56, 60, 64, 69, 81, 81 e +91), per un totale di dieci matches. A partire dalle ore 21.30 l’evento verrà trasmesso in diretta su Sportitalia con il commento di Fabio Panchetti, in replica sabato 30 aprile alle ore 21.30.
La Conferenza Stampa di Presentazione, organizzata in collaborazione con Energetic Source, si terrà giovedì 28 aprile alle ore 11.00 presso la II Casa di Reclusione Milano-Bollate, tappa anche della Campagna di Comunicazione #NOISIAMOENERGIA. Lo stesso giorno, in diretta dagli studi di Sportitalia, alle ore 18.30 verrà trasmessa la cerimonia del peso.
EMOZIONI, SUCCESSI. SEMPLICEMENTE GRAZIE, ROBERTO!
biglietti potranno essere acquistati direttamente al Palazzetto di Via Cimabue a partire dalle ore 19.30.
Prezzi: € 10.00 Tribuna – € 15.00 Bordo Ring
Prezzi Tesserati FPI: € 5.00 Tribuna – € 10.00 Bordo Ring
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi