Il Renate compie la mission impossible, vittorioso sul Bassano Virtus che prolunga il tabù nello stadio nerazzurro.

PRIMO TEMPO – Rispetto al pareggio contro il Pro Piacenza, Colella è costretto a nominare un differente interprete sull’out di sinistra, dato l’infortunio occorso a Iovine. Ad assumerne le veci Chimenti, anzichè Ntow. In mezzo invece Graziano soffia il posto a Valagussa. Il match si accende già nei primi minuti con le conclusioni di Proietti e Chimenti che non centrano però lo specchio della porta. Calata l’intensità, al 25′ Proietti fa la sponda a centro area per Pietribiasi, che di testa colpisce in pieno la traversa. Le forte raffiche di vento sfavoriscono le squadre in fase di manovra il che ci conduce nella ultime battute, quando, interrotta la triangolazione Falzerano-Misuraca da Malgrati, Pavan pesca col contagiri Scaccabarozzi, il cui destro viene respinto da Rossi e carambola addosso a Martinelli, ad un passo dall’autorete.

SECONDO TEMPO – Tornate in campo le antagoniste premono subito il piede sull’acceleratore, determinate a trovare il vantaggio. Tolti i tentativi di Candido e Graziano il forcing genera tuttavia poco in quanto a reali occasioni da rete ed arriva come un fulmine a ciel sereno il goal delle pantere: Anghileri rimette velocemente in campo la sfera per Scaccabarozzi, pronto a battere un traversione sul secondo palo, dove Napoli trova la zampata vincente, la sua quarta in campionato. Il Bassano alla disperata ricerca di punti importanti in chiave play-off prova a scaraventare palloni in avanti, ma la chance migliore capita a Curcio che, dopo aver ricevuto da Florian, esplode il sinistro sopra la traversa. Emozione finale di una battaglia che regala tre punti pesantissimi. A +4 sulla quint’ultima ed appena due giornate rimaste, l’eventuale successo di settimana prossima a Cuneo significherebbe matematica salvezza.

RENATE (3-5-2): Moschin; Teso, Malgrati, Riva; Anghileri, Graziano (54′ Valagussa), Pavan, Scaccabarozzi, Chimenti; Ekuban (73′ Florian), Napoli (82′ Curcio). A disp. Castelli, Solini, Sciacca, Di Gennaro, Ntow, Buongiorno, Romanò. All. Colella.
BASSANO VIRTUS (4-2-3-1): Rossi; Toninelli, Martinelli, Bizzotto, Stevanin; Davì, Proietti (82′ Maistrello); Falzerano, Misuraca (60′ Momentè), Candido (69′ Cenetti); Pietribiasi. A disp. Costa, D’Ambrosio, Soprano, Laurenti, Gargiulo, Piscitella. All. Sottili.
ARBITRO: Livio Marinelli di Tivoli; collaboratori Rosario Zinzi di Busto Arsizio e Maurizio Cartaino di Pavia
RETE: 82′ Napoli
NOTE: Giornata mite con cielo coperto, terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti Pavan, Riva, Anghileri e Napoli per il Renate, Bizzotto, Proietti e Stevanin per il Bassano Virtus. Calci d’angolo: 5-3 per il Bassano Virtus. Recupero: 1′ pt + 3′ st.

Manuel Magarini
manuel.magarini@gmail.com