Super Eleonora Giorgi a Milano: seconda prestazione di sempre sui 5000!
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La marciatrice milanese Eleonora Giorgi chiude la sesta edizione della Walk&Middle Distance Night – Memorial Ugo Grassia, disputatasi al campo XXV Aprile di Milano, con il secondo crono personale di sempre sui 500 metri.

Eleonora Giorgi, prova maiuscola

La marciatrice meneghina delle Fiamme Azzurre ha chiuso la sua prova con il crono di 20:31.46, secondo crono personale di sempre alle spalle del 20:01.80 della sua migliore prestazione mondiale realizzata a Misterbianco nel 2014. La milanese sull’anello di casa transita in 8:11 ai 2000, 12:21 ai 3000 e 16:28 al quarto chilometro. Seconda Valentina Trapletti della Bracco Atletica, al traguardo in 22:00.08. Tra gli uomini braccio di ferro tra Matteo Giupponi (Carabinieri) e Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96): la spunta il bergamasco, fidanzato della Giorgi e azzurro della 50 km, che mantiene i 4 secondi di margine ai 3 km completando la distanza nel personal best 19:18.33 (finora aveva un 19:55.48 del 2012) contro il 19:22.64 del trevigiano. Per tutti una prova utile in ottica dell’imminente impegno azzurro ai Campionati del Mondo di marcia a squadre Roma 2016 (7-8 maggio).

Le altre gare in programma

Successi nei 600 metri per due giovani lombardi, entrambi classe 1998. Tra le donne Ilaria Verderio (Fiamme Gialle), ben scortata fino ai 400 dalla pacemaker Beatrice Mazza (Bracco), chiude in 1:30.65, regalandosi per i 18 anni compiuti proprio oggi un tempo ad appena 17 centesimi dalla migliore prestazione italiana juniores di Elena Bellò (1:30.48 domenica scorsa a Rovereto). Al maschile, gran gara di Vladimir Aceti (Vis Nova Giussano) che completa l’opera in 1:17.97, poco distante dal limite nazionale under 20 detenuto da Mario Scapini con 1:17.70. Il campione tricolore in carica dei 400 allievi deve però sudare per imporsi, visto che Abdessalam Machmach (Athletic Club 96) si arrende solo per un’inezia arrivando secondo con lo stesso tempo. Terzo posto a Davide Re (Fiamme Gialle) in 1:18.22, mentre Andrea Romani (Centro Ester Napoli) con 1:19.82 resta a quasi sei decimi dalla MPI under 18.

Nei 5000 metri Ahmed El Mazoury conclude al secondo posto in 13:54.80 dopo passaggi da 5:34 ai 2000, 8:20 ai 3000 e 11:07 al quarto chilometro. Il 26enne delle Fiamme Gialle ha un personale di 13:34.20, ma non correva sotto i 14 minuti dal 2013. Affermazione del keniano Jonathan Kanda (Atl. Castello), autore di un 13:53.80. Sui 2000 siepi, vince in 5:47.41 il piemontese Soufiane El Kabbouri (Atl. Riccardi 1946 Milano), al suo debutto fra le barriere, invece è assente Yuri Floriani. In campo femminile prevale Francesca Bertoni (La Fratellanza 1874 Modena) con 6:32.27, a 13 secondi dal 6:19.20 della MPI assoluta di Giulia Martinelli (Forestale), che oggi chiude dietro all’emiliana in 6:43.39. Nei 1500 metri Fabiano Carozza (Aeronautica) precede Merihun Crespi (Esercito), 3:46.08 a 3:46.41. Progressi sui 5000 metri per Silvia Oggioni: l’under 23 varesina della Pro Sesto toglie oltre un minuto al personal best con 16:28.40, condotta nella prima parte dalla ruandese Claudette Mukasakindi (Atletica 2005), e seconda si piazza Alice Cocco (Cus Sassari) in 17:05.29.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi