Martina Rabbolini da star: due ori ed un record italiano

Super prestazione per Martina Rabbolini, che conquista due medaglie d’oro ed un nuovo record italiano durante il Campionato Italiano Giovanile Promozionale di Nuoto Paralimpico FINP-FISDIR. La manifestazione, che si è svolta domenica 24 aprile a Pescara, ha visto dunque l’atleta del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS trionfare su tutti gli altri atleti in gara.

Martina Rabbolini, prestazione da star

Al Campionato Italiano Giovanile Promozionale di Nuoto Paralimpico (FINP-FISDIR), dunque, Martina Rabbolini ha conquistato due medaglie d’oro nella categoria S11 – non vedenti; più precisamente, ha vinto la prova nei 100 metri dorso, con il tempo di 1.25,60 (nuovo primato personale) e quella dei 100 metri rana, dove con il tempo finale di 1.36,41 ha stabilito il nuovo record italiano assoluto. Martina ha anche gareggiato nei 50 stile libero (fuori gara) piazzandosi sempre al primo posto.

Prosegue dunque l’ottimo momento di forma per l’atleta del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS, che l’anno scorso è stata anche convocata per i Mondiali di Nuoto Paralimpico 2015 risultando la migliore tra le atlete azzurre. A Glasgow, in Scozia, la giovane nuotatrice milanese ha come consueto gareggiato nelle gare categoria S11 – non vedenti. Dopo aver ottenuto il settimo posto nei 100 dorso e l’ottavo nei 400 stile libero, Martina ha conquistato altri due prestigiosi piazzamenti, ottava nei 200 misti (con il tempo di 3:18.05) e settima nei 100 rana (1:40.44).

Il sogno è Rio 2016

Martina Rabbolini, classe 1998, è nata e cresciuta a Rho fino a quando si è spostata a Villa Cortese, sempre nel milanese, alimentando costantemente la sua passione per il nuoto. Ha iniziato a vincere da subito, senza perdere tempo e nel 2012 ha partecipato alla spedizione giovanile per gli Youth Games di Brno dove conquistò una medaglia d’argento nei 100 rana e nei 50 farfalla. Tempo fa, a precisa domanda, rispose: “Mi sto allenando tantissimo per Rio, per raggiungere il mio obiettivo; se non ci riuscirò punterò ad un’altra Paralimpiade ma l’obiettivo è Rio”.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi