Milan: Tracollo anche a Verona. Le pagelle

Ennesima debacle per il Milan di Brocchi. Dopo un primo tempo in vantaggio grazie a Menez, la squadra rossonera affonda nella seconda frazione di gara con le reti di Pazzini al 71′ e Siligardi al 95′. Il passo falso nel match di giovedì sera col Carpi sembrava poter essere il giusto sprone per una prestazione di buon livello contro il Verona, invece anche oggi bisogna ricredersi poichè la squadra di Brocchi è riuscita a fare di peggio. Una sconfitta che mette in pericolo il possibile approdo in Europa.

LE PAGELLE

Milan

Donnarumma 7,5: In una barca che affonda il giovane portiere rossonero cerca e riesce a salvare il salvabile. Più volte chiamato in causa, si è reso protagonista di straordinari interventi che hanno tenuto in galla il Milan fino al 95′,quando non può nulla sulla fatale punizione di Siligardi.

Abate 5,5: Poco presente in fase offensiva, cerca di dare una mano in difesa ma con scarsi risultati,

Zapata 5: Il colombiano è un’incognita. Alterna buone prestazioni a mesi di buio. La poca costanza di presenza mette in risalto tutti i suoi limiti.

Romagnoli 4,5: Prestazione negativa per il centrale. Perde spesso l’uomo ed è proprio lui a concedere il rigore che ha riaperto il match.

De Sciglio s.v.: Sfortunato. Si fa male dopo pochi minuti ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco.

Josè Mauri 5: Nè carne nè pesce. Apprezzabile l’impegno, tuttavia se con il tecnico precedente non ha trovato spazio, forse qualche motivo c’era,

Montolivo 4: E’ il capitano del Milan. E lo rappresenta perfettamente…

Kucka 4,5: Forse una delle sue peggiori prestazioni da inizio stagione. Troppi errori in fase di impostazione e  assente quando si tratta di attaccare.

Honda 6: Uno dei più propositivi. Probabilmente l’unico insieme a Donnarumma a raggiungere la sufficienza. Il gol del vantaggio nasce appunto da una sua iniziativa.

Menez 5,5: Primo gol in stagione per il francese. Corre e svaria per tutto il campo ma troppo spesso pecca di leziosità.

Bacca 3: L’involuzione dell’attaccante ha dell’incredibile: sembra quasi un altro giocatore, la brutta copia del grande giocatore visto in Europa col Siviglia. Con la rabona tentata nel secondo tempo a risultato ancora in bilico dimostra di non essere il campione che ci si aspettava. Quei numeri li lasciamo fare al circo e non in un campo da calcio dove la vittoria risulterebbe fondamentale per la squadra.

Antonelli 5,5: Entra a partita in corso ma risulta poco incisivo in entrambe le fasi. Meno propositivo rispetto al solito.

Luiz Adriano 5: Pochi a minuti a disposizione per lui. Entra quando la squadra sembra aver perso la bussola.

News Reporter
Nato a Milano. Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Dall'amore per il calcio e per il giornalismo, nasce la volontà di perseguire la carriera di giornalista,specie in ambito sportivo, al fine di unire le due passioni.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi