Restano pochi biglietti a disposizione per poter assistere alla finale Champions League che si terrà allo stadio San Siro di Milano il prossimo 28 maggio. Intanto, è arrivata la notizia che sarà la cantautrice statunitense Alicia Keys ad esibirsi durante la cerimonia inaugurale della finale della Champions League: “Sono molto emozionata all’idea di condividere i miei nuovi brani durante un evento celebrato in ogni parte del mondo – ha dichiarato – sarà un momento di grande impatto storico, in cui condivideremo tutto ciò che ci rende simili a prescindere da dove viviamo e da chi siamo”.

Finale Champions League, addio biglietti

La finale sarà per molti, visto che verrà trasmessa in oltre 220 paesi per un’audience stimata di 180 milioni di spettatori, ma anche per pochissimi eletti: la vendita ufficiale dei biglietti era partita l’1 marzo scorso tramite il sito ufficiale della Uefa, per una fase poi conclusasi il 14 marzo che rappresentava la ormai famosa estrazione dei ticket vincenti da parte del massimo organismo europeo. Da lì in poi, il buio: per chi non aveva aderito all’estrazione, non rimaneva che sperare che fosse avanzato qualche biglietto.
Pura chimera, visto che la situazione pare decisamente delicata: comunicazioni ufficiali da parte della Uefa non ce ne sono, ma si può notare che qualsiasi categoria di biglietti si prenda in considerazione, si sono registrate delle maggiorazioni di prezzo incredibili, segno che ancora ce ne sono a disposizione, ma non molti.

Prezzi alle stelle

Qualche esempio: su uno dei siti di riferimento come Ticketbis, ad esempio, un biglietto di categoria 4 (dietro le porte, al secondo anello) costa minimo 1.800 euro: il prezzo di partenza era di 70. Per non parlare della categoria VIP, schizzati da 440 a 34mila euro. Altro dato da non sottovalutare: sono andati esauriti anche i pacchetti hospitality per le aziende, quelli più costosi di tutti tramite il canale ufficiale della Uefa. Il tutto, ovviamente, per somma gioia dei siti specializzati e dei bagarini.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.