Ippodromo La Maura: Gran Premio Nazionale, a imporsi Uma Francis
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Uma Francis, femmina di tre anni guidata dal top driver Enrico Bellei, trionfa all’Ippodromo La Maura nel Gran Premio Nazionale. Il successo arriva al Memorial Gianni Ferraris, corsa di Gruppo 1 sulla distanza di 2.250 metri.

UNA GARA APPARENTEMENTE GIÀ SCRITTA

Un successo a sorpresa, considerato che tutti attendevano la conferma di Unno Del Duomo. Proprio quest’ultimo aveva preso il comando all’inizio, imponendosi come regista del gruppo alle sue spalle. Il primo chilometro è stato percorso a ritmo lento. Uno Italia ha insidiato Unno Del Duomo costringendolo ad aumentare il ritmo. A questo punto pure United Roc ha rotto gli indugi e con un parziale molto veloce si è portato in testa.

IL RIBALTONE

Cambiata completamente la situazione nelle battute finali. Terminata prima Uma Francis, davanti a United Roc, Usque Del e Ursa Caf. Ritmo che non è riuscito a sostenere Unno Del Duomo, giunto in quinta posizione. Per Enrico Bellei la giornata si è chiusa con il poker: oltre al Nazionale, il driver vanno infatti il Nazionale Filly con Unicka, assieme ai premi Malika (con Redbull Du Kras) e Iperide (con Stankovic Ok). Almeno 50 metri il distacco di Unicka sulle inseguitrici al traguardo. Rispettivamente secondo e terzo Ulalà Degli Ulivi e Unique Du Kras. Il tempo della vincitrice, alla media al km di 1.12.6, costituisce il record per la generazione dei tre anni all’ippodromo La Maura. Alla premiazione Caterina e Arrigo Vecchioni, figli del cantautore Roberto e nipoti di Eva e Aldo Vecchioni.

PARATA DI STELLE

Spazio anche alla charity con il Premio Fragola, valido per il Campionato delle Stelle, circuito di corse riservato a guidatori non professionisti provenienti dal mondo dello spettacolo, dello sport, della politica e dell’informazione. Sul gradino più alto del podio Stormont Front, guidato dal giornalista di Sport Mediaset Federico Mastria. L’intero ammontare delle scommesse giocate su questa corsa sarà devoluto alla fondazione Exodus di don Mazzi. Oltre 2.500 gli spettatori.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi