Beach Volley: il campionato italiano Under 21 arriva a Milano

Il Campionato Italiano Under 21 di beach volley fa tappa a Milano: da venerdì 8 a domenica 10 luglio l’Open Beach di via Lorenteggio 238 e il Centro Pavesi FIPAV di via De Lemene 3 ospiteranno la quarta tappa del Campionato Italiano Under 21 di Beach Volley maschile e femminile, circuito organizzato come ogni anno dalla Federazione Italiana Pallavolo in coincidenza con lo svolgimento del Campionato Italiano assoluto.

Beach Volley a Milano, si può fare

La tappa di Milano vedrà la partecipazione di 39 coppie maschili e 21 coppie femminili. La formula prevede per il settore maschile una fase eliminatoria con 13 pool da 3 coppie ciascuna; le vincenti di ogni pool e le 3 migliori seconde passeranno il turno e si qualificheranno al tabellone a eliminazione diretta (a partire dagli ottavi di finale). Nel settore femminile le pool saranno 7 e si concluderanno con la qualificazione delle prime 2 classificate più le 2 migliori terze.

Nel weekend si assegnano i titoli

La riunione tecnica è in programma venerdì 8 luglio alle 8. Le gare femminili del venerdì e del sabato si disputeranno presso l’Open Beach, quelle maschili sui campi del Centro Pavesi; gli incontri di domenica 10 luglio, dai quarti di finale in poi, si giocheranno interamente all’Open Beach. Le due finali per il primo posto sono previste domenica a partire dalle 15 circa.

Il Campionato Italiano Under 21 di Beach Volley 2016 si articola in otto tappe secondo il seguente calendario: 22-23 giugno Soverato (CZ); 29-30 giugno Casal Velino (SA); 1-3 luglio Marotta (PU); 8-10 luglio Milano; 13-14 luglio Cervia (RA); 30-31 luglio Francavilla (CH); 10-11 agosto Pescara; 20-21 agosto Jesolo (VE).
Le finali maschili e femminili si disputeranno sabato 27 e domenica 28 agosto ad Amantea (CS).

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi