Abbigliamento Running: consigli per ottenere il massimo
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Fare attività fisica porta notevoli benefici alla salute. Andiamo a vedere qual’è l’abbigliamento running consigliato.

MAGLIETTE E SHORT

Essenziale che questo risulti comodo per tutti i movimenti, ma anche pratico e resistente. Scelte chiaramente da fare in base al tempo. In primavera o estate occorre che i propri capi, traforati e traspiranti, consentano alla propria pelle di respirare, facendo evaporare umidità e sudore. Le magliette o canottiere devono essere traspiranti, di un tessuto morbido per evitare sfoghi dati da sfregamento. Identico discorso per gli short, classici sgambati o attillati che siano.  Fondamentale coprire la propria testa indossando una bandana o un cappello, sempre con tessuti traspiranti. Lo stesso per gli occhi con un paio di occhiali da sole, cospargendosi di abbondante crema solare.

BIANCHERIA INTIMA

Riguardo alla biancheria intima l’ideale sarebbe un tessuto tecnico non assorbente. Consigliato portarsi dietro una sacca o borraccia dell’acqua, prezioso a mantenersi idratati. Giunti alle calze, tocca evitare il tessuto in cotone, optando per il tecnico e traspirante. Il piede rimane asciutto e non si creano vesciche. Prediletti calzini molto fini nelle gare a breve distanza, leggermente più spesse se vengono percorse distanze maggiori.  Laddove il freddo sia pungente, possibile ricorrere a un doppio paio, rigorosamente in tessuto tecnico.

INVERNO

In inverno andrebbe evitato  il cotone. Tale materiale va ad assorbire il sudore trattenendolo nel capo. Una volta terminata la corsa poi non si asciuga. Altamente indicato per le donne il maglione. Capo da utilizzare quotidianamente, ma pure da sfruttare in situazioni eleganti, data la versatilità. Pure nella stagione fredda ed invernale conviene non coprirsi troppo. Opportuno impiegare capi tecnici, anche termo-protettivi.  Loro scopo assorbire il sudore e traspirare verso l’esterno, lasciando così il corpo asciutto. Conveniente che i pantaloni siano attillati. I muscoli vengono tenuti “compatti”, in modo da evitare infortuni. Indossabile una calzamaglia in lycra sotto il pantalone se l’atmosfera è eccessivamente gelida. Doveroso che gilet o giubbini siano catarifrangenti. In caso di neve o pioggia è consigliata una giacca in tessuto gore-tex, anti-traspirante e anti-vento che va ad isolare il calore. per la pioggia invece possono andare bene i classici k-way purché garantiscano un buon livello di traspirabilità.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi