Paralimpiadi Rio 2016: parteciperanno Arjola Dedaj e Emanuele di Martino, le date
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Nel team azzurro di atletica leggera che andrà a caccia di medaglie alle Paralimpiadi di Rio 2016 vi saranno pure i giovani Arjola Dedaj e Emanuele di Martino.

LA “COPPIA DEI SOGNI”

Arjola, non vedente, ed Emanuele, deficit al di sotto del ginocchio, sono entrambi primatisti italiani. Una coppia di fidanzati che ha affrontato con coraggio e perseveranza le sfide della vita, sia in pista che fuori. Dalla loro storia nasce “Coppia dei sogni”, il nome con il quale vengono oggi identificati. I due gareggeranno alla importante competizione sportiva, in programma dal 7 al 18 settembre in Brasile. Allianz Global Assistance supporta i due atleti.  Arjola fa anche parte del team di operatori non vedenti attivi presso la Centrale Operativa grazie a MyLight. Il progetto di diversity management, avviato nel 2012, ha permesso l’assunzione di dieci operatori diversamente abili. Consentito, attraverso tecnologie abilitanti, agli operatori ipovedenti e non vedenti di offrire lo stesso supporto degli operatori normodotati.

LE GARE

I sogni, la passione e l’amore sono il vero motore dell’universo ed è la ricetta con cui stiamo vivendo questo momento magico per noi. Siamo molto felici di avere Allianz Global Assistance al nostro fianco perché è un’azienda illuminata, che condivide i nostri valori ed è fortemente impegnata nel promuovere le pari opportunità e l’uguaglianza. Il nostro auspicio è quello di ricambiare il supporto che ci viene fornito con delle grandi vittorie, a cominciare da Rio hanno dichiarato Arjola Dedaj e Emanuele di Martino. Primo appuntamento per Arjola quello dell’8 settembre con i 200 metri piani. Seguiranno i 200 metri piani del 12 settembre e il salto in lungo del 16 settembre. Emanuele scenderà invece in pista l’11 e il 14 settembre, rispettivamente per i 200 e i 400 metri piani.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi