Ti piace questo articolo? Condividilo!

Cenni di risveglio in casa Olimpia Milano e ritorno alla vittoria per le scarpette rosse dopo i due stop consecutivi tra campionato e eurolega. La squadra di coach Repesa, dopo 30 minuti di sostanziale parità, alza la pressione difensiva( trascinata da un ottimo Bruno Cerella) e costringe alla resa l’ Enel Brindisi. Da segnalare la prestazione offensiva di Raduljica e Simon.

Il primo quarto inizia con Milano che conquista la palla a due e l’ Enel che mette un mini break di 5- 2. L’ Olimpia non si scompone e con il suo pacchetto lunghi recupera lo svantaggio e si riporta in vantaggio. Brindisi resta attaccata al match con le giocate di Moore e Scott. Il primo quarto si chiude sul 22- 21.

Il secondo quarto inizia con le scarpette rosse che sembrano dare la prima spallata al match; Simon, Mclean e Fontecchio confezionano un parziale di 8- 2 che Carter vanifica con tre canestri consecutivi. Simon e Mclean riallungano, Scott e Goss mantengono Brindisi sulla linea di galleggiamento. Il periodo si chiude con Scott che fa 1/2 dalla lunetta stampa il risultato sul 51- 48.

Il terzo quarto inizia con molta confusione in campo, due possessi sprecati malamente da ambo le parti e Mantas Kalnietis che chiude questa fase con una tripla piedi a terra che tocca solo il cotone della retina. Goss di contro, infila due triple consecutive ma Dada Pascolo e Kruno Simon rispondono. Il periodo si chiude con Sanders che infila una tripla pesante e ferma il risultato sul 71- 70.

Il quarto quarto inizia con l’ Olimpia( guidata da Cerella) che alza notevolmente la pressione difensiva e grazie a un parziale di 9- 3 targato Sanders da la spallata decisiva al match. Brindisi cerca di restare in gara con il tiro da fuori ma la difesa di Milano costringe i pugliesi a tiri forzati e questo consente alle scarpette rosse di allungare. Il match si chiude sul risultato di 99- 86.

Mvp del match Kruno Simon, per lui 19 punti( 4/5 da 2Pt- 3/7 da 3Pt- 2/2 TL), 2 assist, 9 di +/-  e 25 di valutazione complessiva.

Menzione d’ onore per Bruno Cerella, il suo ingresso ha cambiato l’ intensità difensiva e ha trascinato la squadra.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi