Roberto Baggio compleanno: le sue più grandi delusioni
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Roberto Baggio, che festeggia oggi il 50esimo compleanno, ha avuto una carriera più che positiva. Non sono mancate però le forti delusioni.

Roberto Baggio compleanno: troppi infortuni ma talento cristallino

Le doti tecniche di Roberto Baggio sono riconosciute da tutti, appassionatoìi e addetti ai lavori, ma la fortuna mo lo ha sempre assistito. L’esordio avviene infatti a soli 19 anni, nelle file della Lanerossi Vicenza in C1 nella stagione 84-85, ma già a marzo ’85 viene prenotato dalla Fiorentina. In una partita contro il Rimini arriva però già il primo grave infortunio. La diagnosi è subito terribile: rottura del crociato anteriore del ginocchio destro. La società toscana non lo abbandona e decide comunque di aiutarlo per tornare in campo al meglio.

Il debutto in Serie A arriva il 21 settembre 1986 in Fiorentina-Sampdoria, ma anche qui non tutto va per il verso giusto. Poco prima della fine della partita è infatti costretto a chiedere la sostituzione per una distorsione al ginocchio. Il recupero non è semplice ma proprio poco prima di tornare a disposizione si fa nuovamente male in una partitella di allenamento. Il ginocchio ha una torsione innaturale e questo lo porta a subire un nuovo intervento chirurgico.

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Roberto Baggio compleanno: l’errore dal dischetto a Usa ’94

Uno dei rammarichi più grandi nella carriera del numero dieci è stata la mancanza di titoli conquistati con la Nazionale. Molti di noi hanno infatti ancora impresso negli il suo sguardo dopo avere fallito il rigore nella finale di Usa ’94 contro il Brasile.

Anche a distanza di anni l’ex giocatore fatica ad accettare l’errore. A raccontare le sue sensazioni è stato lui stesso in un’intervista a ‘Rete Globo’: Non avevo mai calciato un rigore sopra la traversa. Penso che quel giorno sia stato Ayrton Senna che, dal cielo, ha spinto il pallone verso l’alto. È stato lui a far vincere il Brasile”.

Dimenticare sembra essere praticamente impossibile: “È una ferita che non si chiuderà mai. Avevo sempre sognato di giocare una finale mondiale e che l’avversario fosse il Brasile. Ma quando ho avuto questa opportunità ho sbagliato quel rigore”.

Il buddismo, religione che ha abbracciato ormai da diversi anni, sembra avergli procurato però almeno un piccolo sollievo. Baggio prova quindi a spiegare l’errore con filosofia: “Sul momento avrei voluto scavare una buca e nascondermi dentro. Poi ho pensato che, visto che il Brasile ha molti più abitanti dell’Italia, con quel mio errore avevo fatto felice molta più gente“.

News Reporter

1 thought on “Roberto Baggio compleanno: le sue più grandi delusioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi