Ti piace questo articolo? Condividilo!

Inizia sabato 22 Aprile il massimo campionato di softball, giunto alla quarantanovesima edizione, con 13 squadre al via ed una formula parzialmente revisionata in attesa di tornare ad un format con girone unico a 10 squadre.

ISL 2017: cambia il format

Riepilogando le prime 4 classificate di ogni girone andranno a formare 2 gironi di semifinale (di sola andata) da cui usciranno le due finaliste, mentre le ultime due classificate di ciascun girone della regular season disputeranno i playout per la retrocessione, che consistono in due serie al meglio delle 5 partite. Fare pronostici non è mai facile, considerando il fatto che molte squadre non hanno ancora sfruttato tutti i visti per il tesseramento delle atlete straniere in attesa della conclusione del campionato NCAA americano (che termina in giugno), oltre alle atlete italiane impegnate nei vari college ed high school, che rientreranno in Italia nello stesso periodo.

Bollate Softball, occhio al Saronno

La Coppa Italia ha dato comunque qualche indicazione, MKF Bollate, Specchiasol Bussolengo e Dal Nespoli Forlì si sono riconfermate e l’accesso ai playoff non dovrebbe essere un problema.
La sorpresa della Coppa è stata il Saronno, che nel girone A (6 squadre) potrebbe dare fastidio all’ambizioso Kampo Labadini Collechio, ed alla Rheavendors Caronno, che si giocheranno i tre posti dietro al Bollate assieme a Legnano e Nuoro.
Il girone B parte con Bussolengo e Forlì in pole position, dietro il Metalco Thunders sembra un passo avanti alle altre, e per il quarto posto la lotta si preannuncia serrata tra Old Parma, Pro Roma, Sestese e Blue Girls; gli eventuali arrivi di giocatrici straniere in questo caso faranno la differenza e potrebbero far svoltare la stagione.

Girone A, programma prima giornata

  • 29/04/2017, 16:30 e 00.30 Caronno-Saronno
  • 29/04/2017, 18:00 e 20.30 Legnano-Nuoro
  • 22/04/2017, 17:00 e 00.30 Collecchio-Bollate
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi