Andrea Bargnani: futuro all’Olimpia Milano
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Eliminata dall’Eurolega, la squadra spagnola ha annunciato la separazione dal lungo azzurro.  Si è parlato di un interessamento da parte dell’Olimpia Milano.

Andrea Bargnani: addio al Vitoria e possibile ritorno in Italia

Da qualche ora è ufficiale: Il baskonia Vitoria ha rescisso il contratto ad Andrea Bargnani, lungo italiano che ha militato anche in NBA.

la sua carriera è stata caratterizzata da alti e bassi, ma sopratutto da moltissimi problemi fisici, infatti Andre era fermo ai box da febbraio.

In questa stagione ha collezionato 31 partite tra Eurolega, campionato spagnolo e Copa del Rey, tenendo una media di 11 punti a partita.

L’ultima partita per il Mago è quella del 24 febbraio sul campo dell’Efes, dove in 18 minuti ha messo a referto solo 4 punti.

La scorsa estate Bargrani firmò con il club un contratto biennale.

Nell’ultima settimana si è parlato di un interessamento da parte degli Olimpia Milano, che avrebbero contattato l’agente del Mago, senza riuscire ad imbastire una trattativa.

Non si sà ancora il futuro della scelta numero uno del Draft Nba 2006, la speranza è vederlo al 100% per gli Europei, in programma tra fine agosto e metà settembre.

Si sa soltanto che, avendo rescisso con il Vitoria le possibilità di un ritorno in Italia dato che ora è, come si dice oltreoceano, Free Agent e quindi a parametro zero.

L’unico intoppo puo’ essere l’alto ingaggio, ma conoscendo il centro della Nazionale Italiana, pur di giocare sarebbe disposto a tagliarsi l’ingaggio.

Io, da amante del basket, vorrei vederlo in una squadra italiana, perchè ha dato tanto a questo sport anche se nella sua carriera è stato sfortunatissimo sotto l’aspetto fisico.

Ora, testa all’Europeo e speriamo di rivederlo calcare i migliori parquet del mondo.

Avatar
News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi