Olimpia Milano, presentazione del roster con vittoria in volata
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Presentato ufficialmente ai tifosi milanesi il roster dell’ Olimpia per la stagione 2017/18 con un’ amichevole di prestigio contro il Khimki Mosca. La compagine milanese ha mostrato incoraggianti segnali difensivi e a rimbalzo( suo tallone d’ achille nella scorsa stagione). In attacco, è sembrata ordinata; coach Pianigiani si  affida prevalentemente al pick and roll per liberare lo spazio per la penetrazione o per lo scarico fuori dalla linea dei 3 pt e la squadra sembra eseguire bene. Unica nota stonata, il vantaggio in doppia cifra dilapidato nel 4/4.

Il primo tempo vede i padroni di casa scappare sul + 10 nel primo quarto grazie sopratutto alla presenza sotto canestro di Tarczewsky e Jefferson e alle penetrazioni di Theodor e Goudelock. Il Khimki prova a rientrare nel secondo periodo, ma l’ Olimpia respinge ogni tentativo ospite di ricucire lo svantaggio. Gli uomini di coach Pianigiani arrivano al suono della sirena dell’ intervallo lungo sul risultato di 53- 43.

Il secondo tempo segue lo stesso copione del primo, Milano allunga e i russi ricorrono. Questa volta la rimonta porta gli ospiti ad impattare il match a 40 secondi dalla fine. Un 1/2 dalla lunetta di Goudelock e una difesa perfetta fa si che i padroni di casa si aggiudichino la gara. Il match si chiude sul risultato di 89- 88.

La differenza rispetto alle ultime due stagioni che più salta all’ occhio in queste prime battute è la continuità del gioco. L’ Olimpia targata Repesa, sin dalle amichevoli pre campionato, viveva di folate e quando staccava la spina era in grado di non segnare anche per un quarto intero. Questa Olimpia( nonostante si sia fatta recuperare 10 punti nel secondo tempo), pare più continua nel rendimento all’ interno dei 40 minuti. Rimane un grosso punto di domanda il ruolo di 5. Tarczewsky atleticamente c’ è, ma non ha ancora la malizia e l’ esperienza dei pari ruolo europei, Young non si sa quando e come rientrerà, Cusin ha più esperienza ma paga dazio sia in cm che in Kg e il nuovo arrivato Gudaitis non ha ancora fatto neanche un allenamento a Milano.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi