Federica Brignone

C’era anche Federica Brignone al Media Day della Fisi a Milano. In mezzo ai grattacieli del capoluogo lombardo, la gigantista azzurra ha posato con la medaglia di bronzo conquistata alle Olimpiadi di Pyeongchang 2018. Dopo l’argento iridato del 2011, un altro grande risultato in una stagione di altissimo livello. Tre le vittorie in Coppa del Mondo che l’hanno portata a otto nel computo totale. Meglio di lei nella storia del nostro sci solo Deborah Compagnoni e Isolde Kostner.

Media Day della FISI

L’intervista a Federica Brignone

“Non mi piace darmi voti, ogni gara è una storia a sè. Per come è iniziata la stagione mi merito però un bell’8. E’ un voto alto anche se sono una perfezionista e punto ancora più in alto. Ho tantissimi obiettivi per il prossimo anno, dai Mondiali alla Coppa del Mondo di specialità, sia in Gigante che in SuperG. E’ il mio sogno fin da quanto ero bambina. E’ un onore essere paragonata a Deborah Compagnoni. Dai suoi tempi è cambiato tutto, sia come materiali che come rivali. Lei è stata un talento incredibile, mi ricordo che quando ero piccola la guardavo sempre in tv“.

La nuova “valanga rosa”

Federica Brignone sa che le prime rivali sono le compagne di una squadra nazionale fortissima. “Per me è un’ottima cosa, allenarsi con loro alza l’asticella. Io posso essere il punto di riferimento per tutte in Gigante, mentre Sofia Goggia magari lo è nelle discipline veloci. Ma siamo in tanti, da Marta Bassino alle sorelle Fanchini. Siamo tutte tra le prime quindici del ranking. Quando fai bene in allenamento con loro sai che in gara sarai già a buon punto. Non cerco i record ma ovviamente è un onore oggi essere sul podio virtuale delle più vincenti di sempre in Italia”.

Media Day della FISI
Media Day della FISI

Olimpiadi a Milano?

Chiosa sulle Olimpiadi, che nel 2026 potrebbero tornare in Italia. Si parla di una candidatura proprio di Milano, città in cui è nata Federica. “Sarebbe bellissimo. Tra 8 anni io ne avrò 35, spero per allora nel caso di stare ancora bene ed essere motivata come oggi. A Pechino per me sarà la quarta partecipazione ai Giochi, sempre fuori dall’Europa. Questo devo dire che non mi è piaciuto tantissimo…”.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

One thought on “Federica Brignone: “E’ stata una stagione da 8””

Comments are closed.