Olimpia Milano, G1 QF Playoff, annichilita Cantù
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Partenza con il botto per l’ EA7 in questi playoff. Con 35 minuti al limite della perfezione, gli uomini di coach Pianigiani triturano la Red October Cantù portando la serie sul 1- 0. Sugli scudi capitan Cinciarini e il professor Vlado Micov.

Il primo tempo inizia con un’ Olimpia in versione monstre. Trascinata dagli assist di Cinciarini, le giocate di Vlado Micov e i punti di Kuzminskas e Goudelock, i Bianco Rossi volano fin sul + 18. Cantù non ci sta e a cavallo tra la fine del 1/ 4 e l’ inizio del 2/ 4 alza le marce e lentamente ricuce lo strappo. Arrivati ai due possessi di svantaggio, sulla Red October cala la mannaia milanese. Bertans, Kuzminskas e Goudelock piazzano un maxi parziale che fa arrivare i paroni di casa sul + 20. Si arriva al suono dela sirena dell’ intervallo lungo con il punteggio di 55- 39.

Il secondo tempo inizia con Cantù che prova a dare timidi segnali di vita, Burns e Smith cercano di ricucire lo strappo ma Bertans e Cinciani ricacciano immediatamente al mittente il tentativo di rimonta brianzola facendo ritornare l’ Olimpia a + 18 e di fatto chiudendo il match. Il 4/ 4 è pura accademia, si gioca per formalità e per dover di regolamento. L’ unica cosa degna di nota, i primi punti playoff del Baby Olimpia Vecerina. Il match termina con il risultato di 105- 73.

MVP del match Capitan Cinciarini. Il play della nazionale mette a referto 15 punti( 6/ 8 da 2PT- 3/ 3 TL), 3 rimbalzi( 1 offensivo), 6 assist, +22 di +/- e 23 di valutazione complessiva.

Archiviata gara 1 è già ora di pensare a gara 2. Lunedì 14/ 5 al MediolanumForum alle h 20.30 la palla a 2 del secondo atto.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi