Manca pochissimo all’inizio della stagione Nba. La prima partita come ormai da tradizione vedrà scendere in campo i campioni in carica dei Golden State Warriors. Stephen Curry e compagni se la vedranno il 16 ottobre contro gli Oklahoma City Thunder di Russell Westbrook. Nella stessa serata, si sfideranno anche i Philadelphia 76ers e i Boston Celtics.

NBA, la nuova stagione

Tanti i temi di interesse della nuova stagione, a cominciare ovviamente dal passaggio di LeBron James ai Los Angeles Lakers. Per noi italiani, milanesi in particolare, l’attenzione però è anche sull’altra franchigia della città californiana, i Clippers, dove gioca ormai dall’anno scorso Danilo Gallinari. L’ex ala piccola (all’occorrenza anche grande) dell’Olimpia Milano, dopo sei stagioni in forza ai Denver Nuggets ha infatti lasciato il Colorado per le più miti e accoglienti temperature della costa pacifica. La prima annata è stata ricca di alti e bassi ma ora il Gallo e i suoi compagni cercano riscatto.

Danilo Gallinari a Los Angeles

L’obiettivo è tornare ai playoff, partendo dalle Hawaii, dove è in corso il training camp. Danilo Gallinari, a 30 anni, è pronto a caricarsi la squadra sulle spalle. In estate le polemiche sul capitolo Nazionale non sono mancate, con il continuo botta e risposta con il commissario tecnico Meo Sacchetti. Alla fine niente partite con la maglia azzurra. Il Gallo si è concentrato sulla sua preparazione, tra campetto e palestra. Ora però è arrivato il momento di voltare pagina, per riuscire a centrare un traguardo che molti non credono possibile.

Le parole di Danilo Gallinari

Danilo Gallinari ci crede, ancor prima di cominciare e secondo La Gazzetta dello Sport ha dichiarato: “Abbiamo tecnica, talento, aggressività, difesa e attacco, se riusciamo a stare assieme e sopratutto se siamo tutti sani ci possiamo veramente divertire. Voglio giocare tutte le partite, a livello tattico agirò da ala forte ma con Tobias Harris siamo intercambiabili, ci muoviamo molto bene in campo e questo è un vantaggio. Siamo tanti giocatori e la possibilità di mescolare i quintetti ci favorirà alla lunga perché sapremo adattarsi ad ogni avversario”.

Il futuro di Gallinari

Danilo Gallinari, grazie ad un contratto da 65 milioni di dollari in tre anni, è lo sportivo italiano più pagato al mondo. Al contrario del connazionale Marco Belinelli, campione con i San Antonio Spurs, non ha mai giocato in una squadra capace di competere per la vittoria dell’anello, nè ai New York Knicks nè ai Denver Nuggets. A Los Angeles le prospettive per ora non sembrano così diverse, anche se le voci di mercato su possibili rinforzi si moltiplicano. Per la verità si parla anche di una possibile cessione dello stesso Gallinari che però ha smentito.

Volare negli Stati Uniti, info

Chi vorrebbe assistere a una della partite di Gallinari dovrebbe considerare di organizzare un viaggio. Gli Stati Uniti e Los Angeles non sono poi così lontani. Sono tanti gli italiani che ogni anno uniscono una partita NBA a un soggiorno oltreoceano. I voli dal nostro Paese sono numerosi e, se prenotati con un po’ di anticipo, neanche poi così costosi. Bisogna comunque ricordarsi di richiedere l’Esta, l’autorizzazione al viaggio per turisti e per chi vola negli USA per lavoro. A quel punto però il più è fatto: i biglietti per le partite sono facilmente acquistabili su internet.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

One thought on “Andare a vedere Danilo Gallinari in NBA: come fare”

Comments are closed.