Grande novità alla palestra Kick and Punch di Pieve Emanuele (alle porte di Milano): sono partiti i corsi di arti marziali miste, lo sport da combattimento che più sta crescendo a livello internazionale. La popolarità delle mixed martial arts è esplosa negli anni 2000 negli Stati Uniti grazie alle manifestazioni organizzate dall’Ultimate Fighting Championship che poi ha portato il suo spettacolo in giro per il mondo (promuovendo 229 eventi). In Italia la richiesta di imparare come combattere mischiando calci, pugni, gomitate, ginocchiate, prese e proiezioni è aumentata con il passare degli anni ed è per questo che un campione di kickboxing come Angelo Valente ha voluto aprire dei corsi di mma nella palestra di Via Sardegna 60.

La MMA a Milano, ecco dove si può praticare

L’interesse per le mma è molto forte a Milano e provincia – spiega Angelo Valenteed infatti ci sono atleti di kickboxing che vogliono imparare nuove tecniche di combattimento e persone che non hanno mai praticato alcuno sport da ring che vogliono iniziare imparando le mma. Per questo ho comprato una gabbia ottagonale di 7 metri per 7 ed ho chiamato due istruttori di prim’ordine: Alex Celotto e Luca Pizzamiglio. Soprannominato “Kamikaze”, il mio amico Alex Celotto è un combattente professionista. Ha anche sostenuto due incontri di mma – uno vinto ed uno perso – in due edizioni di The Night of Kick and Punch, l’evento che organizzo a Milano dal 2012. Prima di dedicarsi anima e corpo alle mma, Alex è stato anche un pugile professionista nella categoria dei pesi supermedi: dal 2005 al 2008 ha sostenuto 12 incontri con un bilancio di 9 vittorie e 3 sconfitte. In palestra, Alex insegna mma e ju-jitsu brasiliano, una versione del ju-jitsu inventata nel paese sudamericano che è molto utile a chi vuole combattere nelle arti marziali miste. Luca Pizzamiglio insegna solo brazilian ju-jitsu. I corsi per gli adulti sono partiti a settembre, tra poco inizieranno quelli per i bambini. La completezza delle arti marziali miste non deve spaventare: durante la lezione i colpi non sono affondati, si possono imparare pugni, calci, gomitate, ginocchiate, prese e proiezioni senza alcun rischio. Si fanno lavorare tutti i muscoli del corpo senza farsi male e senza far del male al compagno di allenamento. Le lezioni si svolgono tutti i giorni, in orari diversi. Per conoscere i dettagli, telefonate in palestra allo 02-90723329, guardate il sito palestra.kickandpunch.it e la nostra pagina Facebook.“

La palestra Kick and Punch di Pieve Emanuele

Alla palestra Kick and Punch di Pieve Emanuele si insegnano anche kickboxing e pugilato ed infatti sono molti gli atleti professionisti che si allenano in Via Sardegna 60: “I praticanti di kickboxing sanno che sono stato campione del mondo – dice Valente – ed è per questo che vogliono allenarsi con me. Tra i miei allievi ho molti atleti di altissimo livello. Sabato scorso, in Polonia, Cristina Caruso è diventata campionessa del mondo della federazione DSF nella categoria di peso dei 65 kg superando ai punti la polacca Roza Gumienna dopo cinque riprese molto intense. L’incontro si è svolto con le regole del K-1 che prevedono pugni, calci e ginocchiate. Jleana Valentino è campionessa europea di boxe thailandese nella categoria fino a 52 kg per il WBC. Luca Cecchetti è campione del mondo di K-1 nei 58 kg per la federazione WAKO- PRO. Manuel Alberti è campione italiano di K-1 per la FIKBMS, la federazione riconosciuta dal Coni, nella categoria dei pesi leggeri (60 kg). Per tutti i miei allievi di kickboxing svolgo il lavoro di allenatore, manager ed uomo d’angolo. Li alleno in palestra, li faccio combattere nelle manifestazioni organizzate in Italia ed in Europa e sto al loro angolo durante il combattimento per assicurarmi che seguano la strategia studiata in palestra e la modifichino se la situazione lo richiede (ogni incontro è una storia diversa). Sono anche un insegnante di pugilato riconosciuto dalla FPI e lo insegno insieme a Tony La Torre e Diego Barone. Fra i nostri allievi c’è il peso superleggero professionista Shakib El Kadimi. In palestra usiamo come protezione i guantoni e gli altri prodotti della SAP Fighting Style e questo rende ancora più sicuro l’allenamento.”

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.