Sabato 15 dicembre il centro sportivo Vismara di Milano ospiterà la nona edizione di “The Night of Kick and Punch” organizzata dalla Kick and Punch Promotions di Angelo Valente in collaborazione con la Sap Fighting Style. Si tratta di una grande manifestazione di sport da combattimento in cui saliranno sul ring i fuoriclasse della kickboxing che combatteranno con le regole dello stile K-1 (calci, pugni e ginocchiate) e della boxe thailandese (calci, pugni, ginocchiate, gomitate e proiezioni, ma nel momento in cui l’avversario è a terra bisogna interrompere l’azione).

The Night of Kick and Punch 9, il programma di gare

I combattimenti saranno la parte più importante dello spettacolo, ma non tutto lo show: all’interno del palasport saranno presenti 3 maxi-schermi (1 da 6 metri e due da 4 metri) che permetteranno agli spettatori di rivedere le azioni più belle, ci saranno giochi di luce, fumo colorato, musica e tanti personaggi del mondo dello spettacolo che praticano gli sport da ring per passione e non vorranno perdersi l’evento dell’anno nel settore della kickboxing. “The Night of Kick and Punch 9” sarà il primo di una serie di eventi denominati “New era” e nati dalla sinergia tra Angelo Valente, Stefano Stradella e Luca Leva. Pochi mesi dopo “The Night of Kick and Punch 9” saranno organizzate due manifestazioni: “Ring Rules” a Milano e “La notte dei campioni” a Seregno.

Il pensiero di Angelo Valente

Con Stefano Stradella e Luca Leva abbiamo organizzato questo circuito per dare la possibilità agli atleti del territorio lombardo di combattere con continuità – spiega Angelo Valenteed anche per venire incontro alle richieste degli appassionati che vorrebbero sempre più eventi di qualità con agonisti di alto livello. ‘The Night of Kick and Punch 9’ offrirà al pubblico un cartellone di prim’ordine con i campioni del mondo Luca Cecchetti e Cristina Caruso (che non difenderanno i loro titoli, vengono entrambi da match molto duri ed hanno bisogno di avversari meno impegnativi), un incontro valido per il titolo italiano di boxe thailandese e i due tornei di kickboxing e thai boxe a ciascuno dei quali parteciperanno 4 atleti ben noti al pubblico lombardo come Alex Avogadro (thai boxe), Tommaso Pantarotto (K-1) e Giuseppe Conti (K-1). Tutti i combattimenti saranno sulla distanza delle 3 riprese da 3 minuti ciascuna, tranne quello per il titolo italiano di thai boxe che è previsto sulle 4 riprese da 3 minuti. Nei due tornei si può vincere per ko o ai punti, vengono assegnati 10 punti al vincitore di ogni ripresa e 9 punti al perdente. Se un atleta finisce al tappeto, gli vengono assegnati 8 punti. Se subisce un richiamo ufficiale da parte dell’arbitro, gli viene scalato un punto. Se finisce al tappeto 3 volte nel corso dello stesso round, l’incontro viene fermato. In caso di parità di punteggio al termine delle tre riprese, i giudici sceglieranno un vincitore basandosi sul numero dei colpi portati a segno, sulla loro potenza, sulla capacità di bloccare o schivare gli attacchi dell’avversario. In definitiva, il sistema per determinare il vincitore è molto simile a quello in uso nel pugilato.”

Orari, programma e dove acquistare i biglietti

La manifestazione inizierà alle 19.00 con dei combattimenti fra “neo pro”, atleti che hanno iniziato da poco la carriera professionistica e devono fare esperienza combattendo spesso contro avversari di pari livello. “E’ l’unico modo per costruirsi un record credibile – spiega Angelo Valente – e per offrire al pubblico uno spettacolo divertente. Quando un match è equilibrato, è anche spettacolare. Gli incontri tra un giovane talentuoso ed un perdente di professione (con 5 vittorie e 30 sconfitte) non servono alla crescita dell’atleta e non interessano al pubblico.” Il centro sportivo Vismara ha una capienza di mille spettatori. E’ raggiungibile con la linea 2 della metropolitana (fermata Abbiategrasso). Nei prossimi giorni saranno resi noti i prezzi dei biglietti ed i punti vendita in cui acquistarli.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.