Conto alla rovescia in vista della terza giornata di campionato che vedrà il Milano Quanta impegnato sabato sulla pista di casa del Quanta Club con il Real Torino. I meneghini guidano la classifica a punteggio pieno, i piemontesi, invece, sono reduci dalla sconfitta casalinga della scorsa settimana rimediata contro Padova.

Milano Quanta, parla Luca Rigoni

A fare un bilancio di questo inizio positivo di campionato è il tecnico asiaghese Luca Rigoni, intervistato per l’occasione. “Sono molto soddisfatto di come abbiamo affrontato la preparazione e i primi impegni ufficiali. Contro Cittadella in Supercoppa e a Verona ho visto una squadra molto concentrata e attenta. Discorso diverso per la gara di esordio contro Civitavecchia, all’inizio siamo scesi in pista deconcentrati. Stiamo lavorando bene anche in allenamento e si sta creando un bel gruppo”.

Nuovi arrivi e novità

I ragazzi si sono integrati bene e sono molto soddisfatto di come sono stati accolti. Abbiamo cambiato molto l’aspetto della squadra e stiamo trovando la giusta amalgama. Ho intenzione di provare nuove soluzioni nella prossima partita, ho detto ai ragazzi che, soprattutto in questa prima fase, ci sarebbero stati vari cambiamenti di linea per trovare l’assetto migliore. Non so che squadra ci troveremo davanti sabato, loro hanno un nutrito roster ma si alternano tra ghiaccio e inline, dobbiamo solo pensare a giocare bene.

I giovani e le rivali

Abbiamo deciso di puntare molto sui giovani cresciuti nelle giovanili del Milano Quanta. Penso che per un ragazzo esordire in prima squadra sia una bella soddisfazione e ripaghi del lavoro fatto. Quest’anno abbiamo a roster 5 giovani: Nicola Lusignani, Nicolò Grando, Matteo Quartuccio, Riccardo Gambin e Matteo Zerbi. Mi sorprende il fatto che Verona sia ancora ai blocchi di partenza; Padova mi ha stupito positivamente, sono una società che lavora bene con i giovani e il fatto di ritrovarsi in testa alla classifica dopo due giornate può dare morale. Cittadella ha cambiato molto rispetto allo scorso anno ma sono convinto che andando avanti con la stagione potrebbe rivelarsi squadra insidiosa; credo comunque che la rivale numero uno resti Vicenza, hanno cambiato poco rispetto ad altre squadre e possono fare affidamento su Delfino, top scorer degli ultimi anni”.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

One thought on “Milano Quanta tra novità e certezze col Real Torino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.