È stato un weekend da sogno quello vissuto a Suzuka da Team Mulsanne e Romeo Ferraris: nella nona tappa del campionato FIA WTCR 2018 è arrivato il primo storico trionfo nel Mondiale per l’Alfa Romeo Giulietta TCR sviluppata a Opera. A coronamento dell’incessante lavoro di sviluppo della struttura italiana, Kevin Ceccon è riuscito ad aggiudicarsi in maniera strepitosa gara 1: una vettura marchiata Alfa Romeo è tornata così a trionfare nella serie iridata a distanza di ben dodici anni dall’ultima volta.

Alfa Romeo Giulietta TCR, cronaca

Ceccon, che non aveva mai affrontato la celebre pista giapponese, ha presto scoperto le sue carte andando a conquistare la seconda posizione sulla griglia di gara 1. Dopo appena due tornate, il 25enne bergamasco è andato a prendersi la leadership e ha gestito perfettamente il resto della corsa, senza farsi intimorire dai distacchi azzerati per due interventi della safety-car. Sotto la bandiera a scacchi ha potuto così celebrare l’impresa insieme a tutto il Team Mulsanne.

Il gran finale

Kevin e la squadra hanno riscritto le statistiche del motorsport anche con la pole-position messa a segno in Q2 grazie al tempo di 2’10″742, dopo l’ingresso nel segmento decisivo sul giro secco che era già considerato sensazionale. Sesto al traguardo di gara 2, quella con griglia invertita, dopo aver di nuovo superato il rivale Aurélien Comte, Ceccon avrebbe potuto addirittura fare bis di vittorie vincendo gara 3. Al sesto giro si era riportato in vetta dopo essere scivolato quarto al via, ma ha ricevuto una penalità di 5″ per un errato posizionamento allo start. Transitato primo sul traguardo, è diventato così terzo, festeggiando comunque un altro podio e confermando il potenziale espresso nella World Touring Car Cup sin dal suo debutto in Slovacchia.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.