E ora ci sarà da gestire la classica coperta corta. L’infortunio di Biglia lascia il Milan privo del suo regista e, di fatto, apre il capitolo legato ad una mediana falcidiata dagli infortuni. Che ad oggi non sembra avere i ricambi necessari per mantenere alta la qualità del reparto. Detto che la triade Kessie – Biglia – Bonaventura è quella titolare, ora ci saranno da trovare le giuste contromisure. L’argentino dovrà restare in infermeria per parecchio tempo. La risonanza eseguita ieri ha confermato la lesione del muscolo gemello mediale del polpaccio destro che costringerà il giocatore ad un periodo di riposo.

Biglia, rientro a fine 2018

Un nuovo esame verrà effettuato fra due settimane: si spera di recuperarlo per Milan-Torino del prossimo 9 dicembre, anche se il suo 2018 potrebbe essersi chiuso in anticipo. Bonaventura ha svolto lavoro personalizzato anche oggi a Milanello e le possibilità che sia a disposizione per la trasferta di domenica si abbassano sempre più. Kessie, che gioca grazie agli antinfiammatori ormai da quasi un mese, sarà invece a disposizione.

Bakayoko in rampa di lancio

Toccherà ora a Gattuso trovare un nuovo centrocampo che possa far rifiatare i titolari. Il problema principale è che, ad oggi, le alternative non offrono le giuste garanzie. Per sostituire l’argentino le preferenze del tecnico rossonero sono orientate su Bakayoko. Che nonostante non abbia girato a dovere contro il Genoa perlomeno ha messo in campo grinta e determinazione. Bertolacci e Mauri sono delle chiare seconde scelte, mentre rimane sempre più un mistero il Montolivo relegato ai margini del progetto:Scelta tecnica” ha sempre comunicato il tecnico calabrese. Anche se, oggettivamente, per il Bakayoko visto in campo contro il Genoa è assai difficile immaginare che l’ex capitano rossonero possa fare peggio.

Musacchio suona la carica

Ieri a Milanello erano presenti anche Leonardo e Maldini. Che hanno manifestato ancora una volta la vicinanza della società alla squadra. Assieme a loro anche Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione Italiana Calciatori: “La squadra deve restare concentrata, questa è la cosa più importante – ha precisato Musacchio, che poi ha parlato del ko di Biglia – è un giocatore importantissimo per noi ma abbiamo dei giocatori che possono fare bene. Bakayoko lo ha dimostrato col Genoa”.

Ko anche Calabria

Ko anche Calabria (domani nuovi esami per lui) il quale non sarà a disposizione di Gattuso per la gara di Udine. Un campo dove il Milan ha vinto una sola volta negli ultimi sei campionati (22 settembre 2015, 2-3 il risultato finale). La società, intanto, ha annunciato prezzi popolari per la gara di Europa League contro il Dudelange. Solo dieci euro per sedersi al Primo Anello Blu e Arancio.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.