Il poker di Raiola e il ritorno di Ibrahimovic. Il Milan studia la via più breve per tornare grande e, al netto delle eventuali sanzioni che potranno arrivare dalla Uefa nell’incontro del prossimo 12 novembre, sogna il ritorno di Ibracadabra. E non sarà un caso che l’ultimo Scudetto, quello del 2011, sia arrivato proprio con l’ariete svedese in attacco, un centravanti capace di non perdere il vizio del gol: dopo i 42 in maglia rossonera, ne ha segnati altri 113 con il Psg (in 122 gare), 17 con il Manchester United (in 33 presenze) e 22 con i Los Angeles Galaxy, a riprova che le 37 primavere alle spalle pesano ma non troppo.

Calciomercato Milan, l’offerta di Leonardo a Ibrahimovic

Il Milan ci pensa. Leonardo ne ha parlato con Raiola a margine delle discussioni per il rinnovo di Bonaventura (l’annuncio potrebbe arrivare già tra una settimana), mentre il dialogo con il giocatore è avvenuto soprattutto via sms: per ora non c’è motivo di accelerare la trattativa.

Due ostacoli, uno è Gattuso

Tra lo svedese e un suo nuovo ritorno al Milan solo due ostacoli. Lo schema tattico di Gattuso, che dovrebbe continuare ad insistere sul 4-4-2 e non tornare al vecchio 4-3-3. E le eventuali sanzioni della Uefa che difficilmente però porteranno ad una chiusura del mercato in entrata. A gennaio il Milan lancerà la sua offensiva e Leonardo ha già pronta l’offerta da proporre. Un contratto di sei mesi con opzione di rinnovo automatico fino al 2020 in caso di qualificazione in Champions League. Ibra ne vorrebbe subito 18 di mesi di contratto, ma la differenza non appare abissale. Con Raiola pronto a calare il suo personale poker. Dopo i fratelli Donnarumma, Abate e Bonaventura, l’arrivo di Ibrahimovic lo confermerebbe come il procuratore più presente nella rosa del Milan. Qualcosa di inimmaginabile visti i rapporti logori con la dirigenza pre epoca elliottiana.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

2 thoughts on “Calciomercato Milan: il ritorno di Ibrahimovic”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.