E’ Liam Caruana il vincitore della la wild card per le prossime Atp Next Gen Finals (6 – 10 novembre). Nella finale delle qualificazioni, andate in scena allo Sporting Milano 3 di Basiglio, il 21enne romano d’America – vive in Texas dove la sua famiglia si è trasferita qualche anno fa – numero 622 Atp (e n.114 della Race), ha battuto in rimonta per 2-4 4-1 4-3(4) 4-3(5) Raul Brancaccio, numero 301 Atp – best ranking dopo i due titoli ITF vinti consecutivamente sulla terra rossa di Santa Margherita di Pula – e 39esimo nella Race, prima testa di serie del tabellone. La cronaca. Il napoletano è partito subito forte strappando il servizio al romano e salendo poi 2-0. Nel quinto gioco Brancaccio ha avuto due set-point ma è poi riuscito ad archiviare il parziale solo nel game successivo dopo aver rischiato anche di farsi trascinare al tie-break da Caruana. Nella seconda frazione il romano è riuscito a togliere per la prima volta la battuta al napoletano nel quarto gioco (3-1) e poco dopo ha pareggiato il conto dei set. Nel terzo parziale i colpi di Caruana si sono fatti via via più incisivi, dimostrando una maggiore attitudine per le superfici rapide, ma nel sesto gioco è stato Brancaccio ad avere un set-point con il romano che lo ha cancellato con un ace rifugiandosi così nel tie-break. Caruana è volato 3-0 e poi se lo è aggiudicato per 7 punti a 4, complice qualche errore di troppo del campano. Anche il quarto set è stato deciso da un tie-break: il romano è salito 5-2, il napoletano lo ha riagguantato sul 5 pari ma poi con un rovescio lungolinea Caruana si è guadagnato un match-point che ha sfruttato chiudendo con lo smash.

FORMULA E BIGLIETTI
La formula delle qualificazioni Next Gen (2-4 novembre) vede in campo i migliori 8 under 21 italiani della Race to Milano sfidarsi in un classico tabellone, con scontri diretti, dai quarti di finale sino alla finale. Il montepremi complessivo è di 20mila euro, così suddiviso: 1.500 euro agli sconfitti al primo turno (quarti), 3.500 euro a chi perde in semifinale e 7.000 euro al finalista. Al vincitore spetterà, come minimo, il prize-money previsto per chi esce nel round robin alle Next Gen Atp Finals (52mila dollari per la partecipazione + 32mila dollari per ogni vittoria nel round robin).
L’evento si disputa con le regole introdotte lo scorso anno dall’Atp per le Next Gen Finals: match 3 set su 5 con parziali a 4 game ed eventuale tie-break sul 3-3, ‘killer point sul 40-40 e ‘no let’ sul servizio. Ci saranno però tre novità: la superficie, che stavolta sarà la stessa utilizzata per il torneo principale, il palleggio di riscaldamento, che sarà ridotto da 5 a 4 minuti, ed un apposito spazio per l’asciugamano a bordo campo: i giocatori dovranno prenderlo per conto proprio senza coinvolgere i raccattapalle. 
Il torneo, trasmesso da Supertennis Tv, segue il seguente programma: quarti di finale venerdì 2 dalle ore 12, semifinali sabato 3 dalle ore 15 e la finale domenica 4 alle ore 15. Per quanto riguarda i biglietti sono disponibili abbonamenti per i tre giorni a 30 euro. I biglietti singoli per il 2 e per il 3 novembre (quarti e semifinali) costano 10 euro, quelli per il 4 (finale) costano 20 euro (acquisto sul circuito Ticketone). 

Redazione Tennis
milanosportiva@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.