L’Allianz Geas ottiene la seconda vittoria consecutiva in campionato nella gara casalinga contro la Fila San Martino di Lupari. Sesto sale in zona playoff grazie soprattutto ad un convincente e solido reparto difensivo e a buone prestazioni individuali in attacco. Le venete scendono in campo prive di Caterina Dotto, fermata da un infortunio al crociato nell’uscita della scorsa domenica contro Battipaglia. Prima dell’incontro, il club sestese ha voluto dimostrarle affettuosa vicinanza. Le giovani rossonere dell’Under 14 hanno scritto e consegnato alla play azzurra, molto commossa, una lettera contenente alcuni pensieri e auguri di buona guarigione. Coach Cinzia Zanotti non ha potuto invece disporre di Kalis Loyd, ferma per un problema muscolare. E’ stata sostituita in quintetto dalla sedicenne Ilaria Panzera.

Allianz Geas, la cronaca

Le padrone di casa rimangono in vantaggio per tutta la gara, partendo forte e salendo a +6 dopo 1’45’’, prima dell’impatto delle Lupe sul 16-16 a 2’20’’ dalla prima sirena e del ritrovato +4 di fine frazione. Nel secondo periodo le sestesi ingranano e segnano 26 punti. Lasciano le avversarie col magro bottino di 13 e abbandonano il campo per la pausa lunga sul +17. Nel terzo quarto, le due squadre segnano poco. Sesto arriva a +19, ma le lupe danno segnali di ripresa soprattutto nei minuti finali del tempino, producendo un 11-4 che vale il -12. Il parziale di rimonta si allunga all’inizio del quarto periodo. San Martino fa 6-0 e riapre la gara accorciando la distanza a 6 lunghezze. La difesa dell’Allianz Geas però non cede. I 4 punti consecutivi e gli assist di Verona, il fondamentale 2/2 a gioco fermo e le 2 recuperate di Nicolodi e i canestri di Brunner e Panzera riportano le rossonere in doppia cifra di vantaggio, fino al +12 finale.

I numeri

Sesto tira con il 42% (27/63) dal campo e col 78% dalla lunetta e sfrutta bene le seconde occasioni nate dai tanti rimbalzi offensivi (14, di cui 5 di Brooque Williams, 3 di Brunner e 2 di Arturi). Sotto le plance le ragazze di coach Zanotti risultano solide (36 rimbalzi). Limitano le avversarie (che nelle precedenti quattro gare ne avevano raccolti 37,4 di media) a 30. San Martino paga il minor numero di tiri tentati, 51, a causa delle molte palle perse, 22, delle quali 10 rubate direttamente dalle rossonere. Le ragazze di coach Abignente tirano col 50% da due, col 29% dall’arco e col 56% ai liberi. Per Sesto, è inarrestabile nel primo tempo la talentuosa Brooque Williams coi suoi 21 punti. Alla fine la guardia di Pittsburgh metterà a referto 23 punti (4/8 da tre), 9 rimbalzi, 2 assist, 3 recuperate e 23 di valutazione. Straordinaria prestazione della classe 2002 Ilaria Panzera, che sembra non sentire emozione e risulta freddamente efficace: 15 punti (6/7 da due, 1/1 dai 6,75), 4 rimbalzi, 2 assist, 4 falli subìti e 23 di valutazione. Sophie Brunner continua a dimostrarsi solida e capace anche di alcune finezze in conclusione: per lei 10 punti (5/11 dal campo), 8 rimbalzi, 5 assist e 15 di valutazione. In doppia cifra anche Costanza Verona, con 10 punti (4/8 da due, 2/2 dalla lunetta) e 3 rimbalzi. La play palermitana rimane lucida nel peggior momento dell’Allianz Geas, segnando in contropiede e in penetrazione e servendo bene le compagne libere. Molto efficace la regia di Arturi nel momento del break decisivo del secondo quarto (come a Empoli). Spettacolare anche Galbiati in un paio di grandi assistenze alle compagne. Nicolodi ed Ercoli, dal canto loro, non hanno fatto mancare mai energia e intraprendenza sotto i canestri.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

One thought on “Allianz Geas, arriva il bis con la Fila San Martino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.