Si è aperta una “nuova era” allo Junior Tennis Milano, che ormai da qualche settimana ha affidato la direzione tecnica del club a Fantasio Piscopo, tecnico nazionale Fit, classe 1967. Per lui si tratta di un ritorno a casa, visto che con i colori del club di via Cavriana aveva giocato e vinto una Coppa Lambertenghi nel 1979. “Ho giocato per lo Junior dal 1979 al 1983 e conosco bene la filosofia di questo club unico in Italia – ha confermato il maestro –. Qui si punta sul vivaio ed è un onore lavorare con questi obiettivi”. Nel curriculum da coach, il neo responsabile dell’area tecnica vanta la direzione tecnica dello Sporting Club Saronno dal 1990 al 2004, anni durante i quali il club ha conquistato 3 titoli nazionali individuali e 18 titoli regionali a squadre. Poi, nelle stagioni seguenti, Piscopo si è trasferito nella vicina Ceriano, contribuendo in modo decisivo alla storica promozione della squadra femminile in Serie A1. Ora per lui, reduce dall’ottima esperienza al Tennis Club Cantù, ecco una nuova sfida. Gli obiettivi sono già molto chiari. “Per quest’anno, al di là dei singoli risultati delle squadre, è quello di creare un nuovo, forte collegamento tra scuola e settore agonistico, perché non devono essere considerate come due realtà diverse ma come un percorso unico, in piena sintonia con la filosofia che da sempre contraddistingue lo Junior. Per questo, daremo il via al progetto ‘Agonistica Prima Fase’”.

I primi risultati di questa “nuova era” non si sono fatti attendere e sono incoraggianti. Primo fra tutti il terzo posto ottenuto dalla squadra femminile under 12 ai Campionati nazionali giovanili a squadre che si sono disputati in quel di Campobasso. Sofia Aloja (3.5), Emma Prisco (4.2) e Manuela Stringhini (4.4), agli ordini di capitan Mario Sassi, hanno intrapreso uno straordinario cammino nelle fasi conclusive che hanno deciso lo scudetto 2018, perdendo solo dal Ct Lucca e vincendo la finale per il terzo e quarto posto contro il il Circolo Parioli Roma. A livello individuale, da segnalare i quarti di finale raggiunti da Sofia Aloja nella Coppa Lambertenghi 2018 e gli ottimi progressi evidenziati da Emma Prisco. Sempre tra i più giovani, si è messo subito in luce Federico Pincini, proveniente dal Tc Ambrosiano, che si è aggiudicato il rodeo alla Mongodi Tennis Academy di Cividino (Bergamo) nella categoria under 12. Naturalmente, le prove più significative arriveranno con il 2019, quando il calendario della nuova stagione sarà fitto di impegni, sia a squadre che individuali. Intanto la Scuola Addestramento Tennis fa registrare l’ennesimo sold out, confermando quel trend che, già negli ultimi due anni, aveva portato a un sensibile aumento delle frequenze bisettimanali dei corsi a discapito di quelle monosettimanali. Insomma, lo Junior riparte da quel vivaio che da sempre rappresenta il cuore della sua filosofia sportiva.

Redazione Tennis
milanosportiva@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.