Il Teamservicecar sarà impegnato sabato sera nella sesta giornata di A1 sulla pista del Sandrigo. I veneti occupano l’ultimo posto in classifica, ma non sono decisamente una cenerentola. Finora in casa hanno messo in difficoltà squadre come Lodi e Viareggio, mentre nell’ultima contro il Bassano sono incappati in una serata negativa.

Dichiarazioni

Visto con l’occhio del nemico, l’arrivo del Monza appare come una buona occasione per far punti, un tema che non sorprende Tommaso Colamaria “Sarà una gara delicatissima – esordisce il tecnico biancorossoblu – che potrà confermare il nostro punto di maturazione e di personalità. I veneti finora non hanno raccolto molto, ma non stanno affatto giocando male e cercheranno con tutta la loro forza di fare punti in casa, perché ci reputano una squadra alla loro portata. Poi se sarà così lo potremmo stabilire solo noi”.

Teamservicecar in Veneto

La sfida in Veneto non mette in palio solamente tre punti importanti. Racchiude in sé anche due aspetti fondamentali per il cammino nel breve periodo del Teamservicecar, come sottolinea mister Colamaria. “Un successo ci permetterebbe di affrontare col morale giusto la settimana che precede la sfida di Eurolega con il Noia, regalandoci fiducia ulteriore per la successiva partita in casa contro il Bassano (martedì 20 novembre). In caso contrario dovremmo lavorare diversamente sotto il punto di vista mentale e della fiducia”. Eppure l’ultimo successo (5-2 al Vercelli) ha fornito ottimi riscontri sotto tutti i punti di vista. “In quella gara abbiamo creato molto, ma abbiamo sfruttato poco le occasioni. Avremmo dovuto imporci con un punteggio più ampio. Contro il Sandrigo il tema tattico probabilmente non cambierà, ma dovremo mantenere la giusta tranquillità anche se il gol non dovesse giungere subito, lavorando con pazienza e maturità, continuando a imporre pressione e ritmi per 50’. Inoltre sarà importante non concedere occasioni pulite. Loro hanno un elemento come Cacau (capocannoniere con 10 reti in 5 partite) che potrebbe rivelarsi determinante”.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

One thought on “Teamservicecar, sfida da vincere con l’ultima in classifica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.