Applausi a scena aperta per la Revivre Axopower Milano. Sfodera la migliore prestazione del campione e si impone senza appello 3-0 sui vice campioni del mondo della Cucine Lube Civitanova. Non c’è mai stata partita nell’impianto varesotto del PalaYamamay di Busto Arsizio. I ragazzi di Andrea Giani hanno imposto una pressione costante agli avversari per tutto il match, concretizzando al meglio ogni occasione e trovando un successo assolutamente meritato. La partita si chiude in tre set con Milano che esulta e si gode i tre punti conquistati. Civitanova si lecca le ferite dopo la delusione mondiale.

Revivre Axopower Milano, cronaca

Di fronte ad un pubblico caloroso, in cui spicca la presenza del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti, la Powervolley Milano indossa il suo vestito migliore. Mette in un campo una pallavolo di altissima scuola. Vittoria di gruppo per la compagine di Andrea Giani. Giocano di squadra e annichiliscono gli avversari, praticamente mai in partita. Tre giocatori in doppia cifra in soli tre set (Nimir 14 punti, Maar 13, Clevenot 11). I due centrali Piano e Kozamernik subito dietro con 9 punti. È stata la vittoria del collettivo, la vittoria del sacrificio e la vittoria del lavoro. Quel lavoro che i biancorossi hanno profuso in settimana agli ordini di coach Giani, vero stratega di una formazione che oggi ha mostrato gli artigli e la compattezza necessaria nei momenti in cui la Lube ha provato a rifarsi sotto.

Numeri e parole

La Revivre Axopower inverte la rotta anche con la Lube e, al nono confronto, trova il primo sorriso dopo 8 sconfitte. Tre punti che lanciano gli ambrosiani al quinto posto in classifica a ridosso delle “grandi” e che cementano le certezze di questa squadra. Volano sorrisi, in cui spicca quello di Stephen Maar, MVP del match e vera spina nel fianco degli avversari. «È stata una vittoria meritatissima frutto del lavoro che abbiamo fatto in settimana – commenta il canadese –. Ci tenevamo tantissimo a questa partita. I tre punti conquistati ci ripagano dei sacrifici profusi in questo periodo. Stiamo crescendo e la dimostrazione è arrivata oggi. È venuto fuori il nostro senso di appartenenza e devo ringraziare i miei compagni perché mi hanno messo nelle condizioni di fare una grande partita. Oggi un plauso a tutti noi!”. Un plauso da condividere con i compagni per ripartire subito al meglio: mercoledì infatti si torna subito in campo nel recupero contro Trento.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

2 thoughts on “Revivre Axopower Milano, impresa a Busto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.