I Cisalfa Seamen lo hanno fatto ancora. Dopo un avvio di stagione zoppicante, caratterizzato da due derby negativi che avevano fatto
pensare a molti che il regno della squadra di Paolo Mutti fosse prossimo alla fine, la Milano blue navy, versione under 19, centra il suo
terzo titolo consecutivo aggiornando un nuovo dato statistico nel libro dei record del football italiano. In un crescendo rossiniano che ne ha
esaltato qualità tecniche e prestazioni in campo, merito di un coaching staff d’altissimo livello guidato dall’ex allenatore della prima
squadra, pluri campione d’Italia, i giovani Marinai hanno superato anche l’ultimo ostacolo, i Dolphins, imponendosi 25 a 9 nello Young
Bowl di Firenze.

Cisalfa Seamen, Under 13 e Sirene

Nel week end toscano spiccano, inoltre, il meritato quarto posto degli under 13, giunti a un passo dal podio, e il primo trionfo delle Sirene nelle cui fila militano diverse atlete che hanno già assaporato, negli scorsi anni, il gusto del tricolore con la maglia delle One Team. Confermando quanto mostrato in una stagione regolare perfetta, le Sirene si sono imposte 19 a 6 sulle Underdogs Bologna grazie a due touchdown di Erica Nicola, corse rispettivamente da 51 e 61 yarde e una meta di Beatrice Carminati, sempre su portata sul terreno. Anche in una situazione d’iniziale svantaggio le milanesi hanno dimostrato tenacia e solidità, sia in fase offensiva che difensiva, coronando un campionato nelle quali si laureano meritatamente campionesse d’Italia. MVP assoluta, a furor di popolo, è stata nominata
Erica Nicola, motore di una macchina in cui tutto è girato alla perfezione. Nella categoria under 13 i ragazzi di Luca Cova e Massimo
Coculo hanno ottenuto la quarta piazza, perdendo 39 a 6 la semifinale con i Daemons Martesana, risultati poi vincitori, e sfiorando il podio
nella finalina con la Legio XIII, persa per 24 a 16. Dopo il tricolore colto a gennaio 2018, il risultato di Firenze è una dimostrazione di
continuità di un progetto che avrà un futuro certamente prospero.

Under 19

Il trionfo finale arriva dagli under 19, capaci di risollevarsi dalle
avversità e inanellare sei vittorie consecutive che valgono il titolo nazionale. In vantaggio nel primo quarto con una ricezione di Matteo
Fusetti (6-0) i Cisalfa Seamen hanno dimostrato la forza della difesa limitando l’attacco dorico a cui è stato concesso solo un field goal in
tutto il primo tempo. Privi, in verità, di alcuni elementi importanti, i marchigiani non si sono persi d’animo trovando il vantaggio nel terzo
quarto con Allegretti (6-9), prima che Pietro Previtali cominciasse il suo show personale coronato da due touchdown: il primo con una
ricezione di 32 yarde dalle mani di un ispirato Joshua Croppenstedt, il secondo, sempre su gioco aereo, in apertura d’ultima frazione, per il
momentaneo 19 a 9. La meta della staffa porta la firma di Matteo Fusetti, per il 25 a 9 che è il risultato definitivo della contesa. I premi di
MVP sono stati attribuiti, per l’attacco, a Pietro Previtali, giocatore che per il corso di tutto il torneo ha saputo finalizzare il passing game
blue navy e, in senso assoluto, a Joshua Croppenstedt, talento romano, in prestito dai Ducks, ammirevole per visione di gioco e freddezza
nell’esecuzione. Per completare il quadro delle finali si segnala che nella categoria under 16 il titolo è andato ai Guelfi Firenze, veri
dominatori della stagione, mentre in quella master a trionfare sono stati i Pretoriani Roma. I Cisalfa Seamen dedicano le nuove vittorie ad
Andrea Ferrante e Sem Molinari, atleta e coach prematuramente scomparsi che resteranno per sempre nei cuori di tutti coloro che amano il
football e i colori blue navy.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

One thought on “Cisalfa Seamen, doppio trionfo blue navy”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.