Milano-Modena, sogno, festa e tempesta. Milano si innalza verso il cielo, verso vertici che la sua pallavolo non aveva mai raggiunto. E per dare un giudizio del genere ci sono tutti i presupposti: una vittoria per 3-0 contro Modena, che già di per sé rappresenta qualcosa di unico; un successo in un Forum stracolmo, con quei 12.343 spettatori che rappresentano il record assoluto per una gara di regular season di pallavolo. E poi ci sono loro, Giani e Velasco; l’allievo che per una sera supera un maestro apparso fin troppo nervoso. Di mezzo Zaytsev, l’idolo indiscusso di tutta l’Italia della pallavolo, che s’inchina e guarda le facce trionfanti dei ragazzi di Milano: dal capitano Matteo Piano, ex Modena, a quel Abdel-Aziz MVP del match dall’alto dei suoi 18 punti finali.

Milano-Modena, il trionfo del Palalido

La pallavolo a Milano, esperimento riuscito. Sicuramente da ripetere, magari con l’approdo della Revivre Axopower in quel Palalido che ormai sembra essere divenuto quasi un incubo. Entro fine gennaio dovrebbero essere ultimati i collaudi, poi serviranno le certificazioni per l’agibilità dell’impianto. Tradotto: appare una chimera poter disputare nell’impianto di Piazza Stuparich i playoff, al via a fine marzo. Il presidente Lucio Fusaro ci spera comunque, perché la truppa di Giani non ha voglia di fermarsi: c’è chi azzarda la possibilità, addirittura, di potersi giocare i playoff in casi estremi al Forum. Un impianto molto costoso, ma che potrebbe sicuramente essere nuovamente riempito se si giocasse, ancora una volta, contro la Modena di Zaytsev e Velasco. E, ad oggi, la classifica metterebbe di fronte proprio le due squadre.

Una squadra in perenne esilio 

Ma la sera di festa fa pensare comunque in grande Milano, che dopo un anno di esilio a Desio, uno a Castellanza e due (compreso questa stagione) a Busto Arsizio ha voglia di avere una sua casa: c’è voglia di milanesità, si vuole fare in modo che i vari Abdel Aziz, Kozamernik, Izzo, Sbertoli, Maar, Hirsch, Piano, Bossi, Clevenot, Pesaresi, Basic, Gironi e Hoffer diventino dei beniamini della città e dei suoi cittadini. Perché va bene Zaytsev, inutile nascondere che molti si siano recati al Forum proprio per vedere lui all’opera. Ma dopo i primi errori, le urla sono state tutte per Piano e compagni; divenuti, nel corso dei primi due set, vere bombe a mano capaci di scardinare la flebile resistenza modenese. E che dire di Giani, uno abituato nella sua carriera a grandi palcoscenici, uscito con il petto tronfio al termine di una gara pressoché perfetta: “E speriamo che questa gara sia stata un bel biglietto da visita per tutto il movimento – ha tuonato a fine gara il capitano Matteo Pianoil Palalido? Io ci spero; le difficoltà logistiche nell’arco di una stagione pesano moltissimo”. 

Ora sfida a Castellana

Il successo contro Modena lancia la Revivre Axopower a quota 32 punti; la distanza dalla formazione di Velasco che la precede in classifica (cinque punti) è ancora ampia, ma permette alla Powervolley di poter gestire con tranquillità un piccolo vantaggio accumulato sulle dirette inseguitrici, visto che Verona (26 punti, -6 da Milano), Monza (24, -8) e Padova (23, -9) appaiono tutte a debita distanza. Ma non c’è tempo per cullarsi sugli allori: perché domani si parte già per la Puglia, mercoledì è in calendario la sfida contro Castellana valida per la quinta giornata di ritorno. Il 24 gennaio, poi, match di Coppa Italia in gara secca ancora una volta contro Modena, ma questa volta al PalaPanini. Sognare in grande, in fin dei conti, non costa nulla.

Luca Talotta
luca.talotta@gmail.com
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

2 thoughts on “Pallavolo, Milano-Modena: il trionfo di Giani, Piano e di Milano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.