Piatek: e il Pistolero fa fuori Higuain

Bastano 45 minuti al Pistolero Piatek per far fuori Higuain, cancellarne lo spettro che ancora aleggiava per le stanze di Milanello e rilanciare le ambizioni europee del Milan. La due giorni di sfide contro il Napoli ha sancito che l’allievo Gattuso ha sconfitto il maestro Ancelotti, ma se le gare si fossero giocate solo un mese fa probabilmente l’esito sarebbe stato diametralmente opposto.

Piatek e Paquetà, il mercato grandi firme del Milan

Il successo di ieri sera dei rossoneri, infatti, è stato costruito sull’asse di mercato Paquetà-Piatek: i 70 milioni di euro investiti per i due acquisti (nessuno ha speso quanto il Milan finora nella finestra di gennaio) sono stati ricompensati da una prova suggellata emblematicamente dal secondo gol dei rossoneri, quando il chirurgico centrocampista brasiliano imbeccava in area l’affamato polacco che, tra le altre cose, uccellava un certo Koulibaly prima di superare l’incolpevole Meret con una conclusione a giro: standing ovation di San Siro e Higuain (e i suoi mal di pancia) che diventano subito materiale per gli archivi storici.

Il precedente poco rassicurante di Kalinic

Certo anche Kalinic esordì a San Siro da titolare con una doppietta (Milan-Udinese 2-1) e sappiamo tutti qual è stata poi la parabola del croato in rossonero; quindi pochi trionfalismi, sperando che il giovane polacco possa proseguire nella sua inarrestabile marcia. E il Napoli? Il trionfo rossonero sarebbe stato vano senza le prodezze di Donnarumma, che soprattutto nel primo tempo chiudeva la porta in almeno due occasioni ad un Insigne unica nota dolce di una serata amara di un Napoli troppo brutto e rinunciatario per essere vero; il giovane 99 rossonero si ripeteva poi nella ripresa anche su Ounas, facendo felice il ct Mancini presente assieme ad Oriali in tribuna: la giovane Italia cresce e cresce bene.

Ora la Roma e la semifinale di Coppa Italia

Il tempo per godersi Piatek, la semifinale di Coppa Italia conquistata e l’aver eliminato il Napoli non c’è, bisogna subito guardare avanti: perché domenica sera il Milan sarà chiamato ad una sfida delicata per le sorti della propria stagione, affrontando quella Roma che, in classifica, si trova ad un solo punto dai rossoneri quarti. Certo alla vigilia Gattuso avrebbe probabilmente messo la firma per uscire dalle due sfide contro Ancelotti con un pareggio e una semifinale di Coppa Italia conquistata (e senza subite reti, cosa non da poco); ora, però, la consapevolezza di essere una grande squadra potrebbe davvero dare la spinta necessaria ai rossoneri in questa seconda parte di stagione. Aspettando il match di domani di Coppa Italia tra Inter e Lazio, che potrebbe regalare un doppio derby in salsa meneghina in semifinale.

News Reporter
Calabrese di nascita e milanese d'adozione, giornalista dal lontano 2001. Specializzato in ambito sportivo e appassionato del mondo dei videogiochi. Adora Kakà, innamorato da sempre di Van Basten, tanti anni divisi tra aule universitarie e campi di calcio l'hanno portato, alla fine, ad intraprendere il lavoro più bello del mondo. Quello del giornalista.

2 thoughts on “Piatek: e il Pistolero fa fuori Higuain

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi