Turno infrasettimanale che vede di fronte i Legnano Knights e Agrigento. Squadre con situazioni di classifica diverse, ma entrambe con fame di punti.

Legnano Knights, cronaca

L’avvio è tutto di marca legnanese. Con Thomas, Raffa e Bortolani si porta sul 15-4. Poi Agrigento risorge con Cannon, Zilli e Pepe che riportano a contatto gli ospiti, prima sul 17-14, e poi sul 19-18, arrotondato al 10’ sul 21-18 dal jumper di Ferri. All’inizio del secondo periodo, Pepe trova subito la bomba del pareggio e, con Evangelisti, Agrigento si porta anche al +3 del 21-24. Legnano si ridesta e piazza un 6-0 con Thomas, Serpilli e Bozzetto che però viene subito ridimensionato da Cannon, Evangelisti e Sousa. Negli ultimi 2 minuti del quarto la Fortitudo è più pimpante e prende l’abbrivio. Chiude in testa il primo tempo per 37-42 con i canestri di Zilli e Cannon.

Secondo tempo

Dopo la pausa lunga, Legnano recupera lentamente. Passa dal -8 del 39-47 al pareggio sul 53-53 con il tiro da fuori di Bortolani del 27’. La Axpo prova una nuova fuga con Thomas e la tripla di Raffa del 58-54, ma un paio di disattenzioni biancorosse vengono sfruttate da Evangelisti e Pepe per il 58-59 del 30’. Ultima frazione che inizia con il sussulto di Legnano del 62-59 con quattro punti in fila di Thomas. Da lì Agrigento piazza un parziale che sembra definitivo di 4-13 con un canestro a testa dei suoi giocatori in campo che porta il tabellone sul 66-74. Legnano prova il tutto per tutto e con il canestro di Thomas e la tripla di Bortolani si riporta al -3. Convulse fasi finali, portano Legnano ad avere anche il tiro del pareggio. Il tempo è troppo poco e la rimessa non frutta uno spazio sufficiente a Raffa per scoccare un tiro vincente, con la partita che finisce 71-74. Alti e bassi per i Knights in una partita che però ha dimostrato di nuovo che i biancorossi possono davvero giocarsela con tutti. Limando ancora alcune ingenuità si può pensare seriamente a qualche colpo con una big, anche se la trasferta di domenica a Capo D’Orlando non sembra delle più agevoli.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.