Avrà inizio sabato, con la sfida casalinga al Sandrigo, la lunga volata che il Teamservicecar dovrà sostenere per raggiungere gli obiettivi stagionali. I ragazzi di Colamaria affronteranno una formazione che in classifica vanta un numero di punti decisamente inferiore a quanto fatto vedere in campionato. I veneti, dopo aver sostituito Alberto Vidale con il navigato Checco Marchesini, sono reduci da una preziosa vittoria contro un Bassano in chiara crisi d’identità. Trascinati dalle reti del bomber Cacau, i biancazzurri scenderanno in pista a Biassono. Con l’entusiasmo di chi intravede un inatteso varco aprirsi verso il traguardo della salvezza.

Teamservicecar, il punto

Il Monza per cercare di tenere il passo di Trissino e Sarzana non dovrà fare sconti. Deve cercare di ottenere una vittoria che manca da due turni. Ha racimolato un solo punto, dopo il ko contro il Forte dei Marmi e l’1-1 di Vercelli. I problemi principali sono concentrati in attacco. E’ netto il segnale di un’evidente sterilità, come mostrano le 3 sole reti realizzate negli ultimi 100 minuti di gioco. Quella di sabato sarà virtualmente la prima di otto finali di campionato e due decisive sfide di Eurolega. La serie A1 ha raggiunto un livellamento tale che ogni partita può regalare sorprese. Ecco il motivo per cui il Sandrigo non dovrà essere in alcun modo sottovalutato – e non ci sarà tempo per rimediare ad eventuali passi falsi.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

One thought on “Teamservicecar, ora è vietato sbagliare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.