Una grande prova di squadra e di orgoglio. In uno scontro sempre acceso, l’Allianz Geas si prende una vittoria di carattere contro la Gesam Gas&Luce Lucca. Il successo di Sesto, maturato in un largo break fra secondo e terzo quarto e poi da un’accanita resistenza finale, passa attraverso le mani di diverse rossonere: innanzitutto da quelle della capitana Giulia Arturi (la migliore del gruppo rossonero per valutazione), magistrale nella conduzione e mortifera dall’arco e con gli assist nel break del terzo quarto; poi da Sophie Brunner, ritornata soltanto da due gare, ma vera anima dell’Allianz Geas nel critico finale di partita. Decisiva è anche la baby Ilaria Panzera, energia pura e propulsore del gruppo durante il parziale del secondo periodo con 3/3 dal campo e 4 recuperate in 4’.

Allianz Geas, la vittoria

E poi Brooque Williams, che nella prima frazione e per metà della seconda tiene a galla l’attacco sestese con 12 punti e il solito talento. Ma fondamentali sono anche Kalis Loyd, che trova il canestro con continuità sia dalla media distanza sia dalla lunetta e si impegna con profitto sul lato difensivo del campo; Elisa Ercoli, che regge bene il confronto fisico con le super-lunghe di Lucca e trova buone realizzazioni; Beatrice Barberis, che negli 11’ giocati mette tutto ciò che ha, canestri e tanta corsa; e Costanza Verona, che inventa un paio di begli assist e gestisce bene i ritmi quando è chiamata in campo. Il ct azzurro Marco Crespi, presente in tribuna, ha visto cose interessanti per la sua “truppa” di oggi e di domani. Ad assistere alla gara, presenti anche i genitori di Sophie Brunner, venuti dagli Usa per abbracciare la figlia.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.