Poteva essere una giornata ricca di sorprese e invece va tutto (abbastanza) da copione. Fatta salva la vittoria esterna del Cittadella che, nel derby, regala una serata amara ai Ghosts Padova. Verona e Vicenza vincono facile. Milano Quanta “facilissimo” mentre il Real Torino, nell’ennesimo derby di serata, vince d’autorità (4-1) a Monleale e risale in classifica. Ben quattro le vittorie esterne sulle cinque partite proposte dal calendario.

La sorpresa di giornata

Partiamo dall’unica vera sorpresa di giornata che poi, più di tanto, nemmeno di gran sorpresa si tratta visto che nei derby spesso e volentieri i pronostici vengono sovvertiti. Cittadella, a secco di vittorie da inizio dicembre, imbriglia le bocche da fuoco dei Ghosts. Colpisce in contropiede con le marcature di Vaglieri e Campos che fissano lo score sul 2-0 del primo tempo. Nella ripresa è ancora Cittadella ad allungare con la rete di Covolo. Una fiammata padovana riapre il match a cavallo del 38mo con i patavini a portarsi sul 2-3 grazie ai goal (entrambi in superiorità) di Ghiglione e Fink ma poi Facchinetti, goalie del Cittadella e della Nazionale azzurra, decide di erigere il classico “muro” fino al 4-2 di Tombolan. In doppia superiorità, chiude il match sul 2-4. Tre punti che rimettono in corsa per i playoff la squadra del Presidente Pierobon.

Tutto facile per il Milano Quanta

Tutto facile, addirittura facilissimo, per il Milano, autentico rullo compressore di questo campionato. Seppellisce Ferrara sotto 14 reti, 6 del solo “Manu” Ferrari. Fanno il paio con le altre 14 segnate in finale di coppa Fisr. Doppiette rossoblù per Buggin, Lettera e Baldan. Tanto da riflettere quindi anche per gli estensi che negli scontri con Milano e Vicenza, prime due della classe in stagione, hanno subito 65 reti segnandone la miseria di 3.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.