Settimana decisamente di ottime notizie per il nostro football. Oggi vede riaprire ufficialmente le porte del magnifico Velodromo Vigorelli, seppur in maniera limitata. E’ stata infatti chiesta e ottenuta l’agibilità per tornare a disputarvi le partite dei nostri campionati. Molto probabilmente, sarà la sfida tra Seamen Milano e Lions Bergamo, sabato 9 marzo, ad inaugurare il nuovo impianto. Ripercorriamo insieme a Luca Lorandi, Presidente del Comitato Regionale Lombardo, il lungo (e faticoso) percorso che ha portato a questo risultato. Partiamo dall’inizio e dalle ragioni che hanno portato alla chiusura del Vigorelli subito dopo la disputa del XXXV Italian Bowl, nel 2015

Velodromo Vigorelli, la storia

Al Vigorelli era in programma un processo di riqualificazione molto complesso. Avrebbe dovuto riguardare tanto la pista, la copertura e il campo da gioco, (seppur rifatto da soli 3 anni) quanto l’impianto d’illuminazione e le aree sottostanti le tribune, destinate a spogliatoi e servizi. Il progetto del campo originale, però, aveva erroneamente portato ad una sovrapposizione di 5 metri per lato alla pista destinata al ciclismo. Questo non è stato ritenuto più accettabile dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali. Ha richiesto il ripristino della pista nella sua originalità, a costo di eliminare del tutto il campo da football. Grazie all’intervento della FIDAF, attraverso il Comitato Regionale Lombardo e la Commissione Impianti, si è arrivati ad un accordo e ad un nuovo progetto fondato sull’applicazione della cosiddetta “IFAF yard”. Si tratta della possibilità di inserire un campo da football americano all’interno di un normale campo da calcio. Ciò ha consentito il ripristino della pista come da origine e ha dato il via ai lavori per il nuovo campo.

La gestione

Attualmente siamo ancora in fase di elaborazione di un vero e proprio progetto di gestione, ma la cosa certa è che gli interlocutori del Comune di Milano saranno esclusivamente due: la FIDAF e la F.C.I., Federazione Ciclistica Italiana, con la quale già da anni intratteniamo ottimi rapporti. Voglio ringraziare sin da ora l’Amministrazione Comunale, nella persona dell’Assessore Roberta Guaineri e del Direttore Sport, Mario Almasio, per il grande lavoro svolto e per la disponibilità dimostrata nel concedere una sospensione dei lavori per consentirci la ripresa dell’attività agonistica. Milano e l’Italia riavranno il proprio “tempio” del football nella sua interezza nel 2021. Chi assisterà alle partite dei team milanesi in questo contesto, questa stagione, potrà già rendersi conto della spettacolarità degli interventi compiuti.

Andrea Gussoni
andreagussoni@hotmail.it

2 thoughts on “Velodromo Vigorelli, il ritorno del football”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.