Pietro Peccenini, acuto in Ultimate Cup

“Pecce c’è!” Un primo, un secondo e un terzo posto nel Trofeo Gentleman Driver è il bottino totale che Pietro Peccenini riporta a Milano da Estoril. Nel weekend il portacolori della scuderia TS Corse ha disputato il primo round 2019 del nuovo campionato internazionale Ultimate Cup. Veloce e concreto fin dalle prove libere, al volante della Formula Renault 2.0 il pilota classe ’73 del team lombardo ha in particolare messo a segno un perentorio successo di categoria in gara-2. Ha già fatto segnare la pole position in qualifica. In realtà Peccenini ha lottato per la vittoria anche nelle altre due corse, nelle quali è stato protagonista di numerosi duelli e autore di sorpassi al limite. Come in gara-1, quando mentre era al comando è stato costretto a rimontare dalle retrovie fino al terzo posto finale La sua monoposto è stata centrata due volte da diversi rivali. Il portacolori del team diretto da Stefano Turchetto (che ha riportato anche il successo assoluto in gara-1 grazie al giovane Brice Morabito) era riuscito a guadagnare il comando della categoria Gentleman pure in gara-3, ma un contatto fra altri due concorrenti ha costretto la direzione gara a interrompere la corsa. L’esposizione della bandiera rossa ha reso valida la classifica al giro precedente, quando Pietro si trovava ancora al secondo posto. Il risultato gli è comunque valso il terzo podio del fine settimana e nella serie monoposto lo ha lanciato nelle posizioni di rilievo della classifica assoluta e di quella Gentleman in vista del prossimo appuntamento, tra un mese a Digione.

Le parole di Pietro Peccenini

Peccenini sottolinea al termine del primo round stagionale in Portogallo: “Ho subito ritrovato una squadra e una monoposto sempre competitive. E’ un aspetto cruciale in vista del prosieguo nel nuovo campionato. Sarà lungo e complicato. Per quanto mi riguarda ho guidato bene. Ce la siamo sempre giocata lì davanti. In gara-1 sembrava proprio che volessero non farmi tagliare il traguardo. Abbiamo stretto i denti e portato a casa un podio prezioso per inaugurare bene il 2019. E’ stato importante per non compromettere il resto del weekend. In gara-2 siamo stati consistenti fin da un’ottimo spunto in partenza. Poi è stato emozionante festeggiare sul gradino più alto del podio. I promotori della serie ci hanno fatto una sorpresa facendo suonare gli inni nazionali. Per la prima volta da vincitore ho potuto ascoltare quello di Mameli. Non voglio esagerare, ma personalmente è stato un momento che non dimenticherò. Una ciliegina che si aggiunge al fatto che torniamo a Milano con tanti punti preziosi e consapevoli di poter lottare fino alla fine su tutti i fronti. A Digione dovremo subito confermare questo trend”.

News Reporter

2 thoughts on “Pietro Peccenini, acuto in Ultimate Cup

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie. Continuando a visitare queste pagine accetti la nostra Cookie Policy. Leggi di più

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi